Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Protagonisti » Se ne va da Apple Tom Gruber, l’ultimo co-fondatore di Siri

Se ne va da Apple Tom Gruber, l’ultimo co-fondatore di Siri

Tom Gruber, uomo che è stato a capo dell’Advanced Development group di Apple e uno dei cofondatori di Siri, ha lasciato Apple. Lo riferisce il sito The Information, spiegando che Gruber va in pensione per concentrarsi su interessi personali nella fotografia e nella tutela degli oceani.

La sua partenza arriva in un momento di grandi cambiamento per il gruppo che si occupa di Siri: la scorsa settimana Apple ha deciso che John Giannandrea, ex responsabile della divisione intelligenza artificiale di Google, si occuperà non solo di guidare la divisione Machine Learning dell’azienda ma anche del team che si occupa di Siri diventando, di fatto, lo “zar” di tutto ciò che riguarda l’intelligenza artificiale in Apple.

Gruber ha creato Siri insieme a Dag Kittlaus e Adam Cheyer, presentando il sistema nel 2010 come un’app per iOS sull’App Store. Apple comprò Siri due mesi dopo, e i tre creatori furono assunti dalla Casa di Cupertino.

Quando Siri interrompe pure i parlamentari

Kittlaus ha lasciato Apple nel 2011 e Cheyer nel 2012. I due hanno creato Viv, un progetto dedicato all’intelligenza artificiale acquisito da Samsung nel 2016, sfruttato per creare Bixby, l’attuale assistente virtuale negli smartphone della casa sudcoreana che permette di ricorda43 le cose e si collega con le applicazioni per aiutare a portare a termine le attività. Gruber era rimasto con Apple per molti anni anche dopo la partenza dei suoi ex colleghi. Con Gruberin pensione, nessuno dei fondatori originali di Siri lavora ora per Apple.

Prima della nomina di Giannandrea, lo sviluppo di Siri era sotto il controllo di Craig Federighi, Senior Vice President Software Engineering di Apple che aveva preso le redini da Eddy Cue nel 2017. Secondo vari osservatori, i cambiamenti ai vertici hanno lasciato un po’ indietro Siri rispetto agli assistenti di concorrenti quali Microsoft, Google e Amazon. Una delle novità di rilievo più interessanti legata a Siri è la possibilità con il futuro iOS 12 di velocizzare le attività quotidiane con le “shortcuts”: Siri può ricordare attività da svolgere nella schermata di blocco e l’utente può anche aggiungere comandi vocali rapidi per accedere al volo alle informazioni o app di cui ha bisogno e creare combinazioni su misura dalla nuova app “Comandi rapidi”.

The Information riferisce che oltre a Tom Gruber, ha lasciato Apple anche Vipul Ved Prakash, ex dipendente di Topsy, azienda acquisita da Apple nel 2013, nota per avere creato uno strumento di analisi delle conversazioni. L’architettura e il framework di Topsy sono sfruttati dal gruppo che si occupa di Siri.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità