Sennheiser Presence, al MWC16 la cuffia per professionisti che diventa auricolare

Sennheiser svela Presence, una cuffia per imprese e professionisti che migliora le telefonate in ufficio e in viaggio, staccandosi dalla struttura per trasformarsi in un vero e proprio auricolare

Sennheiser Presence

Anche Sennheiser è al Mobile World Congress di Barcellona dove, per l’occasione, ha messo in mostra le ultime novità che mirano al settore dei professionisti, con soluzioni vivavoce di alta qualità interessanti anche per le imprese.

Una di queste è la cuffia Presence, pensata per chi necessita di una soluzione auricolare sottile e leggera senza però rinunciare alla qualità audio. Rispetto alla precedente versione, la nuova cuffia offre un migliore filtraggio del rumore ed una maggiore vestibilità in base all’occasione in cui è necessario impiegarla.

Sennheiser Presence

In ufficio infatti si accomoda alla testa attraverso un archetto mentre in viaggio è possibile sganciare la cuffia che si trasforma in un vero e proprio auricolare con tanto di gancio per stabilizzarlo all’orecchio. L’audio superiore è garantito dall’impiego di tre microfoni digitali che lavorano in sincronia per eliminare il rumore di fondo ed offrire una comunicazione chiara e stabile anche in ufficio, eliminando ad esempio il click durante la digitazione sulla tastiera o il fruscio della carta.

Sennheiser Presence

Garantisce tra le 8 e le 10 ore di autonomia con una sola carica, inoltre per mezzo del collegamento al PC tramite un dongle è possibile estendere la portata wireless fino a 25 metri dalla fonte, permettendo così di muoversi all’interno del proprio ufficio con più agilità senza perdere il contatto con la telefonata.

Altrettanto interessanti sono gli speaker SP10 e SP20 pensati principalmente per l’impiego nelle conference call, anche se possono essere usati anche più semplicemente per migliorare l’audio di computer portatili, smartphone e tablet.

Dalla particolare forma circolare, questi altoparlanti non offrono alcun collegamento Bluetooth, piuttosto sfruttano quello fisico tramite cavo jack da 3,5 mm (o tramite USB per il collegamento al computer) eliminando di fatto tutte le problematiche relative al collegamento senza fili, oltre a renderne la connessione più facile ed agevole per tutti i professionisti, anche i più estranei al mondo hi-tech.

I fili possono essere facilmente avvolti nella parte inferiore dell’altoparlante durante il trasporto, inoltre offrono comodi pulsanti per la gestione delle telefonate, per la regolazione del volume e per l’attivazione/disattivazione del tasto Mute qualora fosse necessario.