HomeHi-TechCellulari/TelefoniaSIM hackerate dall'NSA, il produttore si difende: «Le nostre schede sono sicure»

SIM hackerate dall’NSA, il produttore si difende: «Le nostre schede sono sicure»

Nessuna violazione delle SIM. Si difende così Gemalto, azienda produttrice di circa 2 miliardi di SIM l’anno per 450 operatori telefonici le cui chiavi crittografate, in base a quanto riportato nei giorni scorsi, sarebbero state rubate dalla NSA consentendo all’agenzia di intelligence di accedere potenzialmente a conversazioni, messaggi e quant’altro passa dalle schede senza lasciare traccia.

Il produttore olandese sta attualmente esaminando la questione: nelle scorse ore ha rilasciato una dichiarazione spiegando che sta impiegando tutte le risorse necessarie per indagare e comprendere la portata delle presunte tecniche di hacking utilizzate per accedere alle schede. Una massiccia invasione da parte della NSA – spiega Gemalto – è quantomeno esagerata in quanto, stando ai risultati delle prime analisi, le SIM prodotte dalla società sono sicure.

I risultati completi saranno pubblicati entro la giornata di oggi, non resta quindi che attenderne la pubblicazione per tirare le somme.

SIM

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial