Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Android World » Twitter con chiamate audio e video sfiderà WhatsApp e FaceTime

Twitter con chiamate audio e video sfiderà WhatsApp e FaceTime

Twitter ha recentemente apportato numerosi cambiamenti e, sebbene alcuni di questi siano piuttosto controversi, l’azienda ha in serbo alcune interessanti novità: in particolare, la piattaforma sta aggiornando la sua app per iOS e Android, introducendo miglioramenti nell’invio dei messaggi diretti (DM), ma ha anche confermato che presto gli utenti potranno effettuare chiamate audio e video.

Si tratta di un altro passo di Twitter per diventare un’app tuttofare come nella visione di Elon Musk, e allo stesso di tempo un guanto di sfida alle principali piattaforme di comunicazione e messaggistica. Tra queste viene subito in mente WhatsApp ma il funzionamento delle chat audio e videochiamate su Twitter sembra più in competizione diretta con FaceTime di Apple.

La notizia è stata condivisa direttamente da Elon Musk sul suo profilo personale. Secondo Musk, l’ultima versione dell’app di Twitter consente agli utenti di rispondere a qualsiasi messaggio all’interno di una conversazione, non solo all’ultimo. Inoltre, gli utenti avranno la possibilità di selezionare qualsiasi emoji come reazione. Ma non è tutto.

Elon Musk dice che Apple ha ripreso a fare pubblicità su Twitter
Foto: Nathan Dumlao – Unsplash

DM più sicuri

Musk ha annunciato che Twitter lancerà prossimamente i messaggi diretti DM criptati. Questo rappresenta un notevole passo avanti per quanto riguarda la privacy, poiché i messaggi criptati non saranno accessibili neppure all’azienda stessa.

Nel 2018, Twitter ammise che un bug aveva consentito a sviluppatori di app di terze parti di accedere a determinati messaggi diretti degli utenti, quindi la novità mette la piattaforma al riparo da eventuali problematiche simili in futuro.

Elon Musk vuole trasformare Twitter in app tuttofare: in arrivo chiamate vocali e video per sfidare WhatsApp e FaceTime

Twitter con chiamate audio e video sfiderà FaceTime

Quel che più potrebbe interessare gli utenti, però, non è ancora disponibile nell’aggiornamento. Musk ha rivelato che Twitter sta lavorando su una nuova funzionalità di chat vocale e video, che in base alla descrizione offerta da Musk sembra funzionerà in modo simile a FaceTime.

Il CEO dell’azienda ha spiegato che gli utenti potranno effettuare chiamate utilizzando il proprio username “a chiunque su questa piattaforma, così da poter parlare con persone in tutto il mondo senza dover fornire loro il proprio numero di telefono”.

Attualmente, Twitter consente agli utenti di comunicare vocalmente in tempo reale tramite Twitter Spaces, ma quest’ultimi “spazi” sono pubblici e destinati alle chat di gruppo. Dunque, la futura funzionalità sarà la prima volta che Twitter cercherà di competere con altre piattaforme di chiamate audio e video online.

È stata risolta anche la problematica riguardante un bug che mostrava i tweet privati delle Cerchie di Twitter a utenti casuali nella scheda “Per te”. Twitter ha riconosciuto l’incidente di sicurezza e ha comunicato agli utenti tramite una email inviata venerdì che il problema è stato risolto.

Inoltre, Twitter ha invertito la sua decisione e consentirà a determinati servizi governativi di continuare a utilizzare gratuitamente l’API di Twitter, dopo averla disattivata all’inizio di aprile. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Elon Musk e del social Twitter sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi Beats Studio + per la prima volta in sconto, solo 164,99€

Oggi comprate i Beats Studio + al minimo storico, solo 149,99€

Su Amazon vanno in sconto al minimo storico, gli auricolari Beats Studio +. Sono i perfetti concorrenti, più ergonomici e con soppressione del rumore, degli Airpods 3 e costano oggi solo 149,99€, il prezzo più basso che hanno mai avuto

Ultimi articoli

Pubblicità