Home Hi-Tech Finanza e Mercato Violazione brevetti: Marvell condannata al pagamento di 1.54 miliardi di dollari

Violazione brevetti: Marvell condannata al pagamento di 1.54 miliardi di dollari

Nel 2009 la Carnegie Mellon University ha presentato una denuncia contro Marvell Technology, società specializzata in semiconduttori, per aver infanto due brevetti usati nei controller per hard disk.  I brevetti in questione sono il numero 6,201,839 e il 6,438,180 e descrivono un modo per ridurre la rumorosità quando si legge un’informazione presente su un disco rigido.

Marvell aveva tentato invano di invalidare i brevetti ma a dicembre del 2012 è stata condannata a risarcire l’ateneo con 1,17 miliardi di dollari.

La corte di Appello è arrivata allo stesso verdetto, peggiorando la situazione per Marvell e condannandola a pagare danni per 1,54 milioni di dollari. La società sembra dover pagare la sua intransigenza nel non voler cercare un accordo. Il risarcimento richiesto è pesantissimo, superiore al quasi un miliardo di dollari comminato a Samsung nel caso nella disputa contro Apple, e rischia di far collassare Marvell. La multa è in ogni caso meno della metà di quanto la Carnegie Mellon University aveva richiesto: 3,75 miliardi. Nella sentenza è riportato che il risarcimento serve anche “a scoraggiare future attività simili”. Marvell tenterà ancora ricorso, continua a sostenere che il brevetto non è valido e che non c’è stata alcuna violazione.

Marvellsitoweb

Offerte Speciali

iPad Air 256 GB Wi-Fi e 64 GB cellular: scontatissimi su Amazon i modelli 2020

Su Amazon trovate in sconto iPad Air Cellular da 64 GB e iPad Air Wi-Fi da 256 GB con ribassi oltre il 14% e spedizione immediata.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,952FollowerSegui