Macitynet.it

Caso Proview: Apple fa un’offerta, ma per i cinesi non basta

di | 7/5/2012

Apple ha offerto una somma di denaro non precisata per chiudere la disputa sul nome iPad in Cina, ma esiste ancora un grande divario rispetto alle richieste di Proview. La multinazionale della Mela e il costruttore di monitor cinese sull’orlo del fallimento trattano per risolvere la questione fuori dalle aule dei tribunali ma la trattativa prosegue ancora.

Esiste ancora un “grande divario” tra la somma di denaro proposta da Apple e le richieste avanzate da Proview per chiudere extra-giudizialmente la disputa legale sull’impiego del nome iPad in Cina. L’ultimo aggiornamento sulla questione Apple contro Proview è fornito da Roger Xie, legale di Proview riportato da Bloomberg. Il legale dell’ex costruttore di monitor cinese orma sull’orlo della bancarotta non ha fornito ovviamente alcun dettaglio sulle tempistiche e soprattutto sulla somma di denaro proposta da Apple. Xie si è limitato a dichiarare che tra la due parti esiste ancora un grande divario, prospettando così ancora tempi piuttosto lunghi prima di poter assistere alla chiusura di un procedimento legale che si trascina da mesi non senza colpi di scena.

Cupertino sostiene di aver legalmente acquisito da Proview la proprietà del marchio iPad per tutto il mondo, viceversa la società cinese sostiene che i diritti del nome iPad sono validi per Apple in tutto il mondo con l’eccezione però della Cina. In diversi mesi tra querele e battaglie legali Proview ha ottenuto la rimozione dalla vendita di iPad in alcuni centri minori in Cina in altri casi ancora, come per esempio presso il tribunale di Shanghai la corte ha deciso a favore di Apple. Ora le trattative proseguono: Apple e Proview sembrano ormai concordi a trovare una soluzione fuori dalle aule del tribunale. Le trattative tra le due parti sono moderate dalla Corte d’appello popolare del Guadong.
nuovo ipad apple store

macitynet.it