News dall’Iraq anche grazie al Mac

di |
logomacitynet696wide

La drammatica crisi irachena viene seguita da migliaia di testate giornalistiche di tutto il mondo. Dietro alla tecnologia utilizzata per informare molte volte c’e’ un Mac.

Vi abbiamo già  raccontato come quell’irriducibile “giapponese” del maggiore Shawn Weed dell’esercito USA sia l’unico ad adoperare un Mac tra le migliaia di Wintel dell’esercito USA; abbiamo già  saputo della scelta di alcuni broadcaster per trasmettere in streaming i servizi alle loro sedi centrali.

Nei giorni scorsi si è poi diffusa la notizia che alcuni tra i maggiori fornitori di news statunitensi come il Los Angeles Times, MSNBC/Newsweek e le ventiquattro tv WGN (gruppo Chicago Tribune) produrranno informazione dal Golfo grazie a computer PowerBook G4, telecamere DV per le riprese (Sony PD150 è la scelta di alcuni), software FinalCut Pro per l’editing e Sorenson Squeeze 3 per la compressione audio/video.

La modalità  di trasmissione, come si sta vedendo in questi giorni, è quasi sempre il telefono satellitare con una banda non eccezionale (64 Kb al secondo) quindi la compressione dei file è un passaggio fondamentale e l’applicativo di Sorenson (da 450 dollari che include i codec Sorenson Video 3 Pro, Sorenson Spark Pro e Sorenson MPEG-4 Pro) sembra essere la selta da privilegiare secondo i producer e giornalisti dei tre gruppi appena citati.

Newsweek e MSNBC sono strettamente legate (se non addirittura possedute) a Microsoft, ma la loro scelta è ugualmente caduta su hardware Mac.