Macitynet.it

iWork, critiche per la mancanza di alcune funzioni

di | 26/10/2013

Gli utenti delle nuove versioni della suite iWork e Pages in particolare, lamentano l’assenza di funzioni avanzate, utili per i più esperti.

Utenti esperti conoscitori di Pages lamentano l’assenza di alcune funzionalità nella nuova versione dell’applicazione e il blogger Pierre Igot, da sempre attento osservatore delle funzionalità dei software di videoscrittura di Microsoft e Apple, arriva addirittura a definirlo un pezzo di “inutile spazzatura”. A detta di Igot, Apple ha voluto puntare sulla semplicità a scapito delle funzionalità. “Non solo hanno tralasciato l’aggiunta di caratteristiche, che avrebbero potuto portare l’applicazione ai livelli di un word processor come Microsoft Word” dice Igot, “hanno, di fatto, eliminato molte funzionalità senza motivi apparenti se non quello di rendere l’applicazione simile alla controparte per iOS, che è, inevitabilmente meno potente”.

Tra le funzionalità di cui molti sentono la mancanza: il ridotto numero di template, la possibilità di esportare i file in formato RTF, scorciatoie di tastiere per gli stili di paragrafo e carattere e il supporto completo ad AppleScript.

Non è la prima volta che Apple è criticata per la scelta di eliminare funzioni con le nuove release dei suoi software. Lo stesso è accaduto al lancio di Final Cut Pro X nel 2011: da questo furono eliminate funzioni per alcuni ritenute importanti; alcune di queste sono state integrate nelle release successive e altre ancora sono attese da tempo dopo una tempesta di critiche che si è abbattuta su Apple e che è arrivata anche ai piani alti di Cupertino. L’idea di Apple, allora come oggi, probabilmente quella di creare un’applicazione compatta, potente ma anche semplice da usare, con funzionalità cross-platform, in grado di offrire, nel caso della versione Mac, lo stesso livello di usabilità tra OS X, iOS e la versione per iCloud, al costo di rinunciare ad alcune funzioni.

L’aggiornamento alla nuova versione è gratuito per gli utenti della vecchia versione e non è dato sapere se Apple integrerà o no, funzioni richieste a gran voce dai più esperti. Igot nota che anche aggiornando il software, la vecchia versione non viene cancellata: una mossa forse intenzionale di Apple, per non privare del software gli utenti più esperti software in caso decidessero di non usare il nuovo.

  • Monsieur Duball

    A caval donato…… ;)

  • http://www.riccardozanon.com/ Riccardo Zanon

    Più che altro alcune funzioni che erano di facile accessibilità sono nascoste dietro questo stile minimalista che fa più confusione che altro. Il bello del mac era ch avevi tutto pronto, subito e senza dover fare una ricerca di dove fossero i comandi. Ora o non iOS 7 e Mavericks questo si é perso quasi totalmente. Sinceramente preferivo le interfacce precedenti, più semplici immediate e allo stesso tempo complete.

    • Massimo Ekow Corsini

      Mi spieghi in cosa Mavericks avrebbe perso di immediatezza e semplicità?

      • http://www.riccardozanon.com/ Riccardo Zanon

        Usalo!

        • Massimo Ekow Corsini

          Te lo chiedo appunto perché lo sto usando…
          Ma magari io ne faccio un uso diverso dal tuo, ho altre esigenze e posso non aver notato queste nuove complicazioni… per questo ti chiedevo.

          • iLollus

            A volte mi sorge il dubbio che molti post critici sono scritti da gente che semplicemente finge di avere o di avere avuto un Mac. Quando si chiede loro di argomentare, spariscono. Mah.

          • http://www.macitynet.it/ Macitynet

            Riccardo ha sicuramente un Mac. La realtà che descrive più che su Mavericks è evidente nelle applicazioni: si e’ scelto di stratificare l’accesso alle funzioni rendendone alcune nascoste oppure direttamente eliminandole :-(

          • http://www.riccardozanon.com/ Riccardo Zanon

            Un esempio banale ma semplice. Su Pages avevo creato alcuni modelli di lettera con la firma in foto messa in sfondo, di cui modificavo la posizione con un semplice comando tramite la paletta. Ora la paletta é sparita ma non é pure completa del comando. Una volta uno slogan dei Mac era cerca il comando senza fare una battuta di caccia. Beh, ora la devi fare, come su Windows!

        • Pendurissimo

          Lo sto usando! É perfetto!!

  • Pendurissimo

    É piú versatile e facile da usare del vecchio. Tutto il resto e chiacchiericcio.

    • Claudio Grieco

      Più facile forse, più versatile sicuramente no, visto che hanno tolto delle funzioni. Due in particolare lo rendevano molto utile per creare giornalini: il link tra caselle di testo e la possibilità di visualizzare due pagine affiancate. Entrambe sono state rimosse e questo lo rende meno potente di un Publisher qualsiasi su Microsoft (il che è tutto dire).
      A me comunque l’installazione non ha preservato la vecchia versione, sono dovuto andare a recuperarmela con Time Machine.

      Pace :)

    • Alex Jensen

      Be’, se hai tolto la possibilità di aggiungere scorciatoie di tastiera (con i tasti Funzione) per attivare gli stili di paragrafo e carattere, da una parte hai tolto anche versatilità.

      Poi le pagine affiancate… con monitor 16:9 è una meraviglia lavorare su due pagine per avere visione d’insieme; tra l’altro, questa possibilità faceva parte di alcune dimostrazioni di Apple sugli schermi 21,5 e 27″…

      Mah, a mio parere (e può darsi che mi sbagli di grosso) è che dopo aver proposto iWork gratuito e tolto funzionalità molto comode, Apple stia lavorando (ma ripeto che può darsi che mi sbagli di grosso) a una suite professionale (stavolta a pagamento).

      • paolo russo

        Non credo che tu abbia ragione: Apple non ha mai puntato al mercato professionale di Office, nonostante le esagerazioni pubblicitarie sulle capacità di Pages & Co.

        • Alex Jensen

          Sì, lo so che non ha mai puntato, ma chissà che non cambi idea; vedi, dalle parole di Federighi alla presentazione di martedì scorso, ovvero che l’idea di distribuire Mavericks gratuitamente nasce dalla volontà in Apple che i loro utenti abbiano un’esperienza Apple completa (e qui naturalmente si chiamano in causa i servizi iTunes Store, App Store e iCloud), e dato che Office su Windows RT arranca proprio per Windows RT stesso, chissà che non si voglia, con la mossa di distribuire iWork gratuitamente, richiamare l’attenzione su questi programmi e tirar fuori, al momento giusto, una suite professionale.

          Ripeto, sicuramente mi sbaglio, ma chissà.

    • paolo russo

      Io non usavo moltissimo Pages. Il motivo fondamentale era la non perfetta compatibilità dei file tra la versione Mac e quella iPad. Ora questo problema non c’è più e credo che questo perfetto allineamento fosse il primo obiettivo di Apple. Questo è molto positivo.
      Certo che anche io ho perso sul Mac funzioni che mi erano utilissime tipo la possibilità di stampare i commenti a fianco del testo. A meno che non sia nascosta così bene che non riesco ancora a trovarla. Spero che nelle prossime versioni Pages acquisisca di nuovo un po’ delle funzioni perse, man mano che l’iPad sarà in grado di garantirle. Non credo che torneranno tutte dato che oggettivamente alcune non le vedo pratiche su iOS.

  • Massimo Ekow Corsini

    Per chi come me fa un uso basilare della suite il cambiamento è senz’altro positivo… alcune funzioni che prima bisognava cercare adesso sono immediatamente a portata… p.e. è molto più facile creare tabelle e formattarle, posizionarle, dimensionarle come si vuole, inserire bordi e linee ecc… in generale è più immediata la disposizione degli elementi nelle pagine, e alcuni templates di Apple sono oggettivamente belli, compresi quelli in 3D.

    Diciamoci la verità, per gli utenti avanzati di suite di produttività iWork non è mai stato competitivo con Office.
    Nessuna azienda richiede mai l’utilizzo di iWork come competenza per avere un posto in un ufficio, è da sempre una suite amatoriale.
    Tanto vale puntare sulla semplicità.

    • YamiCrystal

      Vero

    • melo900

      purtroppo non concordo…
      a parte excell, World e Power point sono poco funzionali..e bruttini… (modelli)
      una presentazione Key Note brucia power point 10 a 0

  • bravodillo

    Conseguenza della strategia del software gratuito. Già Apple, con l’apertura di MacAppStore ha rovinato il mercato software inserendo, strategicamente, i suoi software a prezzi tendenti a zero, proprio per calmierare i prezzi delle applicazioni di altre aziende e rendere così più appetibile il suo hardware. Le software house terze parti sono state annientate perché non riescono a competere (grazie, con i prezzi stracciati delle mac-app di Apple). Ora arriva la filosofia del software gratis, un’altra mazzata sulla testa delle software house. Secondo me Apple si sta scavando la fossa con le sue mani perché in futuro sempre meno aziende investiranno nello sviluppo software per Mac. Infatti se da un lato il segmento consumer easy-to-use è già occupato largamente dal software gratuito di Apple, dall’altro il segmento Pro non sembra più essere tanto contemplato dalla piattaforma Mac. Moltissimi professionisti e aziende hanno abbandonato la piattaforma Mac proprio a causa dei segnali di disinteresse da parte di Apple, come la dismissione dei server, la banalizzazione di Final Cut Pro, l’assenza di nuove macchine Pro e la grande concentrazione di Apple sui devices mobile. Speriamo che il nuovo MacPro tiri una nuova volata al mercato delle applicazioni Pro, altrimenti la vedo male per tutti quelli che ieri avevano la funzione X a portata di mano e a costi irrisori ed oggi si ritrovano a cercare invano la stessa funzione X dentro un software gratuito. Se Apple ha reso il Mac un prodotto consumer, quale software house investirà nello sviluppo di applicazioni Pro per Mac? A meno che non voglia posizionarsi in un mercato di nicchia (alti rischi, magri guadagni), io penso nessuna. Allora vai, tutti a sviluppare giochini per iPhone e iPad! Se ti va bene fai un pacco di soldi con 3 linee di codice.

    • dacher70

      Per non parlare di Aperture. L’ho pagato 199euro e pochi mesi dopo l’ho visto a 69euro. Ho aspettato per molto tempo alcune funzioni veramente PRO, ma alla fine sono passato a Lightroom che nel frattempo ha fatto passi da gigante.

  • Roberto SOLA

    Ho aspettato molto un aggiornamento di Pages, ma sono rimasto molto deluso.

    Perché togliere la possibilità di spostare le pagine del documento semplicemente trascinandole nell’area di visualizzazione delle miniature?
    Perché non ho più la possibilità di aggiungere vari tipi di pagine dal pulsante Inserisci nella barra degli strumenti?
    Perché non poter più personalizzare la barra degli strumenti?
    Perché non poter selezionare più contemporaneamente parole o frasi non contigue semplicemente tenendo premuto il pulsante cmd?
    Perché non includere più nel conteggio dei caratteri e delle parole gli spazi vuoti?

    Bene solo la condivisione del documento con operatività in tempo reale.

  • Felippo Sgruttendio

    Francamente questo minimalismo di Apple comincia davvero a stufarmi. Per andare incontro alle esigenze degli utenti alle prime armi Apple sta distruggendo l’esperienza da parte degli utenti più esperti. Sono esasperato. Mi pare davvero una tendenza maniacale e suicida. Penso abbia a che fare con Ive. Sarebbe ora di smetterla.

    • marcoforli

      Be logic ha fatto un salto in avanti incredibile e anche iMovie per essere un programma non pro ha fatto un gran passo avanti, iWork non lo uso ma sono sicuro che le mancanze verranno ripristinate come successo con final, poi leggendo in giro pare che l aggiornamento lascia a anche la versione precedente sicuramente perché anche in Apple sanno che c è da lavorare sulla versione nuova

  • Gianluca Cherubini

    Ho aggiornato a Mavericks e ho aggiornato le suite iLife e iWork. Risultato: dopo un giorno ho fatto un’installazione pulita di Mavericks e ho installato Microsoft Office. Basta iWork e iLife, fanno cagare. Prossimi passi: passare da Logic X e Final Cut X a Media Composer 7 e Pro Tools 11.

    • Marco Milli

      Fatto da molto tempo il passo da Logic Pro a protools hd… È tornato il sereno.
      Logic rimane la miglior scelta per arrangiamenti con molto midi, sicuramente più creativo ma non senza molteplici grattacapi e incazzature.
      Per tutto il resto protools è perfetto. Schematico ed ordinato permette di lavorare e fare task complessi in modo coerente e veloce con la tranquillità che ogni strumento professionale dovrebbe dare.

      • marcoforli

        Da pro tools 9 compreso , quindi da quando avid ha comprato pro tools, ci sono stati solo peggioramenti , in più avid non supporta correttamente neppure le sue schede audio , non ancora aggiornate a maveriks, quanto rimpiango i tempi della digidesign… Dal 2014 solo apogee e Logic Pro x

    • marcoforli

      Avid ha distrutto pro tools!!! Quando era specifico per le sue schede audio era il numero uno assoluto, ora con l 11 hanno pure tolto il supporto ai plug in rtas! Bene dopo 10 anni di pro tools sono passato a logic x, spettacolare ! Una volta settato i Smart control e le Smart track risparmio tantissimo tempo!
      IWork’s non lo uso, iLife invece trovo migliorato iMovie , ma di montaggio video sono a livello amatoriale

      • Marco Milli

        Che uso fai di PT e Logic? Registri multi traccia, arrangi, componi o che altro. Il cambio di architettura ha reso necessario anche l’abbandono di rtas e TDM.
        Ad ogni modo non puoi pretendere che avid aggiorni dopo 5 giorni per rendere pt e schede compatibile con l’ultimo sistema operativo. Sul macpro che uso come DAW uso ancora snow leopard con protools 9, perché cambiare se tutto funziona a meraviglia?!?!

        • marcoforli

          Non pretendo? Maveriks era disponibile per gli sviluppatori da 5 mesi! Quando le fast track erano in mano a M audio l’aggiornamento arrivava lo stesso giorno di quando usciva il nuovo SO, la mia fast track ultra 8r ha solo peggiorato da quando è passata sotto avid, i driver 2.2 hanno aumentato drasticamente la latenza!
          Io usavo pro tools per registrare demo di gruppi locali e live e logic per comporre, ora uso solo logic.
          Delusione totale, pensare che fino a due anni fa non avrei mai immaginato di abbandonare pro tools, ma logic che costa meno di 200 euro e lo trovo molto più pratico.
          Lo studio con cui collaboravo continuano a usare pro tools, almeno fino a quando non sostituiscono il mac pro G5, poi anche loro passeranno a logic x in modo definitivo, se si è piccoli e non sia la necessità di collaborare con grandi studi dove pro tools che piaccia o no è uno standard, io consiglio ad oggi l’uso di logic pro x

          • Marco Milli

            Si ok, ma se ti andava con muntain lion, perché hai aggiornato il sistema operativo? Registri con il pt o con il sistema operativo?
            Io preferisco che investano risorse e tempo su caratteristiche e funzioni per migliorare il workflof piuttosto che correre dietro alla compatibilità di ogni cosa, sia plugs che so.

            Come fai a fare editing multi traccia con Logic? È pieno di bug. Non c’è modo di mantenere la coerenza di fase fra neanche 2 tracce, figuriamoci per una batteria.

          • marcoforli

            Ovviamente non ho aggiornato l’imac dove faccio home recording, ma non trovo corretto il fatto che dopo 5 mesi non hanno aggiornato i driver, pensa tra qualche settimana mi arriva l’imac nuovo e devo ripristinare m lion per poter usare fast track ultra 8r… per registrare di solito uso la duet di apogee a casa, ma per registrare una batteria ho bisogno di almeno 8 canali! Concordo con il fatto che non si aggiorna subito all’ultimo sistema operativo se si lavora con il mac, ma visto che solo avid ha problemi di compatibilità con maveriks mi fa pensare male.
            Io non ho problemi a fare editing con logic, posso creare i gruppi come con pro tools e gestire le automazioni sia per gruppo che per singolo strumento e per i virtual instrument posso creare pure le smart track che con pro tools non posso fare. Io sinceramente di bue in logic non ne vedo proprio, ne ho avuto molti di più con la prima versione di pro tools 9 , oltre non sono più andato, magari il 10 e l11 sono fantastici, ma non ho ne i soldi ne la necessità di comprare l’ultimo pro tools, dopo che logic soddisfa ogni mia esigenza attuale e costa anche un terzo… Non utilizzo programmi non originali, ho i plus in che mi servono e che ho imparato ad usare, preferisco spendere i miei soldi in una macchina performante, in buoni monitor (uso gli A7) e una buona correzione acustica della stanza che utilizzo per mixare.
            Comunque non voglio scatenare una guerra, ho apprezzato pro tools per tanti anni, ora mi trovo meglio con logic , il mio pur troppo è solo un hobby, anche se ho investito molto non ho mai potuto fare il fonico come lavoro a tempo pieno.

          • Er_Gato_Cogli_Stivali

            Quali sarebbero i bug che hai riscontrato ?

  • melo900

    questo downgrade di Iwork mi lascia basito….fortuna sussiste ancora la versione 9.
    Speriamo che qualche Top manager comprenda che la versione 2013 e’ inutile provvedendo immediatamente ad una nuova migliore… anche a pagamento