Adobe bloccherà l’accesso alle versioni più vecchie delle app Creative Cloud

D'ora in avanti sarà possibile scaricare dall'app Creative Cloud Desktop e da Adobe.com solo le ultime due principali versioni della suite per Mac e PC.

creative cloud logo

Adobe evidenzia alcuni cambiamenti nella Creative Cloud spiegando che d’ora in avanti sarà possibile scaricare (dall’app Creative Cloud Desktop e da Adobe.com) solo le ultime due principali versioni.

La software house dice che vuole concentrarsi solo sulle ultime generazioni di applicazioni che costituiscono la Creative Cloud e che sono queste quelle usate dalla “maggiorparte” dei clienti.

Adobe consente di individuare e installare la versione precedente delle app Creative Cloud, utilizzando l’app desktop Creative Cloud: basta avviare l’app, scorrere fino all’app da installare, fare clic sulla freccia accanto all’opzione Installa o Apri e click su Gestione. A questo punto è possibile scegliere “Altre versioni”, nell’elenco visualizzato, cercare la versione che desideriamo installare, quindi fare clic su Installa.

Download applicazioni della Creative Cloud

Concretamente significa che d’ora in poi, gli abbonati alla CC potranno scegliere tra le versioni 20.x e 19.1.8, così come tra Lightroom Classic 8.xe 7.x. Creative Cloud 19.0 è disponibile da ottobre 2017 e l’ultimo aggiornamento specifico risale a marzo.

La novità riguarda tutte le applicazioni che fanno parte della Creative Suite, ad eccezione di Adobe Acrobat per il quale è sempre e solo disponibile l’ultima versione (probabilmente per questioni di sicurezza).