Adobe si scusa, i servizi cloud tornano a funzionare

logo adobe

Per 24 ore i servizi internet sfruttati dai pacchetti integrati nella Creative Cloud di Adobe non hanno funzionato. Adobe si scusa, non fa riferimento ad alcuna compensazione per chi non ha potuto lavorare, spiega che si è trattato di un guasto tecnico dovuto alla manutenzione dei database e spera che tutto ciò non accadrò di nuovo in futuro.

[banner]…[/banner]Per 24 ore i servizi internet sfruttati dai pacchetti integrati nella Creative Cloud di Adobe non hanno funzionato. Un problema che ha impedito a molti utenti di avviare le applicazioni e che ha dimostrato limiti e rischi di soluzioni che fanno affidamento al cloud. Come abbiamo riportato ieri, infatti, i programmi in questione tentano di convalidare le licenze software ogni 30 giorni e alcuni sfortuntati non hanno potuto lanciare le applciazioni in locale. Gli iscritti a piani annuali possono utilizzare le applicazioni in modalità offline per un massimo di 99 giorni. Gli iscritti a piani mensili possono utilizzare le applicazioni in modalità offline per un massimo di 30 giorni. Gli utenti colpiti sono stati sicuramente una minoranza ma, come già detto, per questi è stato impossibile lavorare.

Nella pagina di status dedicata, Adobe mostra che ora tutto è tornato nella normalità, ritorno confermato anche da questo post sul blog Adobe. La software house si scusa, non fa riferimento ad alcuna compensazione per chi non ha potuto lavoare, spiega senza dettagli che si è trattato di un guasto tecnico dovuto alla manutenzione dei database e spera che tutto ciò non accadrò di nuovo in futuro.

SystemStatusAdbetuttok