Anche Steve Wozniak vittima degli scammers: si è fatto rubare i Bitcoin

Gli scammers avidi di bitcoin colpiscono ancora: questa volta la vittima illustre è Steve Wozniak, derubato della sua criptovaluta con estrema facilità.

the next big thing apple
<> on February 1, 2010 in San Francisco, California.
[banner]…[/banner]

Nessuno, nemmeno il Woz, è al sicuro dagli scammer a caccia di bitcoin con l’aiuto della rete. Avevamo già riportato come il co-fondatore di Apple avesse espresso il suo interesse e apprezzamento verso la criptovaluta più popolare, per poi acquistarne una manciata a circa 700 dollari l’uno e rivenderli successivamente per capitalizzare la crescita esponenziale dell’ “oro digitale”, che toccò i 20 mila dollari di valore per unità lo scorso dicembre.

Ebbene, sembra che i bitcoin di Wozniak non siano stati venduti, ma bensì rubati con uno stratagemma anche abbastanza semplice e banale. A rivelarlo è stato il Woz stesso durante un discorso al recente ET GBS:

wozniak

“Mi sono stati sottratti sette bitcoin con una frode. Qualcuno li ha comprati da me online tramite una carta di credito e ha poi annullato il pagamento – rivela il Woz – è stato del resto molto facile, visto che era un numero di carta di credito rubato, quindi non potrò mai riaverli”.

In quest’occasione il buon vecchio Woz è apparso quando mai ingenuo facendosi rubare i suoi 7 bitcoin (che ora varrebbero circa 70 mila dollari) da sotto il naso. Il suo consiglio è comunque quello di non acquistare bitcoin come investimento ma come esperimento, per capirne il funzionamento. Per la cronaca, lui ne possiede ancora uno, sempre in nome della sperimentazione.