fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Apple costruisce sempre più fuori dalla Cina, iPad in testa

Apple costruisce sempre più fuori dalla Cina, iPad in testa

Apple ha organizzato la produzione degli iPad per fare in modo che la maggior parte venga realizzata al di fuori dalla Cina. Lo scrive Nikkei, il più noto quotidiano finanziario giapponese, parlando di “un numero significativo di iPad” che già dal 2021 sarà prodotto in India e Vietnam, due dei paesi ai quali Apple da qualche anno si affida per rafforzare la produzione dei propri prodotti nel tentativo di soddisfare la crescente domanda soprattutto nei primi mesi che seguono la commercializzazione.

Quel che si sta gradualmente verificando è un vero e proprio scambio di posto e quest’anno sarà la prima volta che un dispositivo Apple, in questo caso iPad, sarà costruito per la maggior parte fuori dalla Cina che, come dicevamo poc’anzi, fino ad oggi è stato il paese al quale veniva affidato il grosso della produzione. Un cambio di direzione in parte costretto dalla precedente amministrazione Trump, che ha imposto forti dazi per le aziende che facevano per l’appunto affidamento ai fornitori cinesi.

iPad, gran parte della produzione sarà spostata fuori dalla Cina

Le nuove indiscrezioni, che proverrebbero dalle catene di fornitura della Foxconn, puntano a un massiccio spostamento della produzione di iPad in Vietam già a partire dalla prima metà del 2021, spartendosi gli ordinativi con l’India dove Pegatron, il secondo più grande fornitore di Apple dopo Foxconn, ha già investito più di 150 milioni di dollari soltanto a novembre per rafforzare gli stabilimenti nel paese come parte di un più grande finanziamento che si aggira intorno al miliardo di dollari.

Ma non si tratta solo di iPad: anche HomePod mini viene costruito in Vietnam fin dal lancio e le fabbriche che lavorano per Apple si stanno attrezzando per aumentare la produzione degli AirPods, come rileva ancora la testata finanziaria giapponese. Di questa fase transitoria se ne è abbondantemente parlato anche negli ultimi quattro mesi. Sono diversi i rapporti trapelati in cui viene spiegato che Apple starebbe lentamente spostando la propria linea di produzione non solo in Vietnam e in India, ma anche a Taiwan e in altre zone del Sud-Est asiatico. Secondo una fonte che, come sempre quando si parla di Apple, rimane anonima, queste aree e Paesi saranno al centro dell’attenzione di Apple per gli anni a venire, perché è qui che verrà spostata non solo la produzione degli accessori, ma anche quella dei prodotti di punta, iPhone compresi.

iPad, gran parte della produzione sarà spostata fuori dalla Cina

Entro il trimestre in corso Apple dovrebbe cominciare a produrre la gamma 12 di iPhone in India, mentre in Malesia è già stata trasferita parte della produzione del Mac mini, mentre una parte dei MacBook costruiti da qui a fine anno sarà gestita dalle fabbriche vietnamite, sebbene il grosso, almeno per ora, sarà ancora prodotto in Cina.

Un responsabile delle catene di fornitura cinesi ha spiegato che non è solo Apple a seguire questa strada: diverse altre aziende statunitensi si stanno attrezzando per diversificare la produzione, nonostante a guidare gli USA adesso ci sia un nuovo presidente «Due anni fa era impossibile immaginare un cambiamento di questa portata, ma allo stato attuale non c’è niente che si possa fare per cambiare le cose».

Ridurre la dipendenza dalla Cina, nota da tempo come “la fabbrica del mondo”, è diventato necessario anche per via del graduale aumento degli stipendi nel paese, senza contare l’influenza che hanno avuto le prolungate tensioni commerciali tra Washington e Pechino e lo scoppio della pandemia di coronavirus, che ha interrotto completamente la produzione nei primi mesi di emergenza nel 2020. Non è quindi soltanto una richiesta del governo degli Stati Uniti: dipendere troppo da un solo paese è troppo pericoloso.

Nelle scorse ore Apple ha annunciato il suo trimestre fiscale più importante di sempre con un fatturato di ben 111,4 miliardi di dollari, inoltre la Mela morsicata è di nuovo il marchio che vale di più al mondo.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di AppleFinanza e Mercato sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 1 TB GB , minimo storico: 1018 euro

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 1TB GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1018 euro, quasi il 25% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,883FansMi piace
93,611FollowerSegui