Disponibile Apple Music per Android

Sul Play Store disponibile la beta dell'app Apple Music per Android. asciare che se ne occupi Apple Music in base alle preferenze dell'utente. È possibile  iscriversi gratuitamente al servizio per 3 mesi; dopo questo periodo, è prevista un’iscrizione mensile di $9,99 al mese.

Annunciando Apple Music a giugno di quest’anno, Apple aveva fatto sapere che il servizio di streaming musicale sarebbe stato reso disponibile non solo per per iPhone, iPad, iPod touch, Mac, PC, Apple TV ma anche per Android. C’è voluto un po’ ma l’app per dispositvi Android è pronta

Apple Music per Android funziona allo stesso modo di quella per iOS. Offre una stazione radio live internazionale che trasmette 24 ore su 24 e un modo e per gli appassionati di musica di restare in contatto con i loro artisti preferiti. Apple parla della “più ampia ed eterogenea raccolta di musica al mondo” con playlist preparate da esperti musicali di livello internazionale che curano i contenuti.

I brani sono accessibili in un unico posto insieme al catalogo di Apple Music, che contiene oltre 30 milioni di brani. L’utente può ascoltare in streaming qualsiasi canzone, album o playlist o lasciare che se ne occupi Apple Music in base alle preferenze dell’utente. È possibile iscriversi gratuitamente al servizio per 3 mesi; dopo questo periodo, è prevista un’iscrizione mensile di 9,99 euro al mese. Il requisito minimo è Android 4.3 o seguenti.

Ricordiamo che questa è la seconda applicazione Apple disponibile per Android, rilasciata ufficialmente da Apple. La prima è stata l’applicazione per passare da Android ad iOS. Il suo lancio aveva raccolto migliaia di giudizi negativi da parte di utenti Android che, pur senza averla provata nè avere interesse a farlo, avevano preso la palla al balzo per una ricca compilation di commenti ironici se non veri e propri insulti all’indirizzo di Apple. È possibile che anche Apple Music rappresenti una seconda ghiotta occasione per lo stesso esercizio.

Ricordiamo che in realtà esiste una terza applicazione che, nei fatti, è di Apple. Si tratta del sistema di controllo della cassa Pill+. In questo caso però possiamo forse parlare di una eredità di Beats che su Android era presente da lungo tempo.

EsempioApplemusicandroid