Baidu supera Google negli altoparlanti smart

Nel secondo trimestre di quest’anno la cinese Baidu superato Google nel mercato degli speaker smart. Apple grande assente tra i 5 costruttori top

Baidu supera Google negli altoparlanti smart

Praticamente fin dai primi giorni di vita del mercato degli speaker smart Amazon domina il settore con Google al secondo posto: ma nel secondo trimestre di quest’anno Baidu supera Google per la prima volta diventando il secondo principale costruttore al mondo.

Si tratta di un risultato notevole per il colosso dei motori di ricerca cinese, anche perché secondo i dati Canalys la crescita annuale, rispetto al secondo trimestre del 2018, è stata nientemeno che del 3.700%, passando da da circa 100mila unità spedite lo scorso anno, agli attuali 4,5 milioni di unità spedite nel trimestre in esame. Nel primo trimestre di quest’anno Baidu ha superato Alibaba diventando il costruttore numero uno di smart speaker in Cina.

L’ottima prestazione di Baidu è resa possibile anche dalla crescita sostenuta degli speaker smart nel mercato cinese, praticamente con spedizioni raddoppiate nel trimestre fino a 12,6 milioni di unità, oltre il doppio persino rispetto al mercato USA che si ferma a 6,1 milioni di pezzi.

Baidu supera Google negli altoparlanti smartIl successo di Baidu è per lo più attribuito al passaggio dagli speaker costosi, proposti in precedenza a prezzi elevati ma che hanno fatto segnare vendite scarse, a nuovi modelli più abbordabili, come per esempio Xiaodu venduto a 89 yuan, circa 10 euro.

Anche se ora Baidu supera Google diventando il secondo costruttore di altoparlanti smart al mondo, la situazione non cambia moltissimo per le due società perché di fatto operano su mercati in cui l’avversario non è presente. Baidu con la sua piattaforma di intelligenza artificiale DuerOS propone infatti i suoi smart speaker esclusivamente in Cina, mentre Google è presente in USA e in numerosi altri paesi del mondo ma non in Cina.

Apple con il suo HomePod è fanalino di coda negli altoparlanti smart in USA ma il prezzo elevato e la commercializzazione non ancora estesa a tutti i mercati in cui Apple è presente, non permettono a Cupertino di rientrare nei primi 5 costruttori top al mondo secondo i dati Canalys. Per guadagnare quota in questo mercato occorre uno speaker smart dal prezzo più abbordabile, un possibile HomePod mini che dovrebbe arrivare nel 2020.