Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Come si scarica il Green Pass e dov’è obbligatorio mostrarlo [aggiornato]

Come si scarica il Green Pass e dov’è obbligatorio mostrarlo [aggiornato]

Ottenere la  Certificazione verde COVID-19 (il cosiddetto “Green Pass”) è molto semplice e si può fare da più canali, con o senza identità digitale, in piena autonomia o con un aiuto.

La Certificazione verde COVID-19, in Europa “EU Digital COVID Certificate”, è rilasciata in Italia dal Ministero della Salute in formato digitale e stampabile.

Si può ottenere tramite il sito dedicato, tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico, tramite App e con l’aiuto di medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, farmacie.

Sul sito dedicato bisogna autenticarsi con le tue credenziali SPID o CIE.

È possibile ottenere la certificazione senza utilizzare l’identità digitale (SPID o CIE), inserendo a questo indirizzo:

  • le ultime 8 cifre del numero identificativo della tua tessera sanitaria,
  • la data di scadenza della stessa,
  • uno dei codici univoci ricevuti con:
    • il tampone molecolare (CUN)
    • il tampone antigenico rapido (NRFE)
    • il certificato di guarigione (NUCG).

    In alternativa a questi codici, è possiible inserire il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti comunicati in sede di prestazione sanitaria.

Chi non possiede la Tessera Sanitaria o è stato vaccinato all’estero (e ha registrato la vaccinazione presso una Asl italiana), può andare sul sito dedicato e specificare:

  • il tipo e numero di documento  fornito in sede di esecuzione del tampone o di emissione del certificato di guarigione
  • uno dei codici univoci ricevuti con:
    • il tampone molecolare (CUN)
    • il tampone antigenico rapido (NRFE)
    • il certificato di guarigione (NUCG).

    In alternativa a questi codici, è possiible inserire il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti che hai comunicato in sede di prestazione sanitaria oppure quando abbiamo registrato presso la Asl la vaccinazione fatta all’estero.

Se non siete iscritti al Servizio Sanitario Nazionale ma seite stati vaccinati in Italia sul sito dedicato basta indicare:

  • il codice fiscale o l’identificativo assegnato da Sistema TS per accedere alla vaccinazione in Italia
  • la data dell’ultima vaccinazione.

Come rendere il Green Pass disponibile su Apple Wallet di iPhone e Apple Watch

Ottenere il Green Pass Tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico

È possibile acquisire la certificazione verde COVID-19 accedendo al proprio Fascicolo Sanitario Elettronico, nelle regioni in cui è attivo il servizio.

La Certificazione verde COVID-19 è messa a disposizione in formato scaricabile e stampabile (PDF).

Come ottenere in Green Pass tramite App

È possibile acquisire la Certificazione verde COVID-19 utilizzando l’App Immuni (qui per iPhone e qui per Android) dall’apposita sezione “EU digital COVID certificate” visibile nella schermata iniziale della APP.

Per ottenere la Certificazione verde COVID-19 bisogna inserire:

  • le ultime 8 cifre del numero identificativo della tessera sanitaria,
  • la data di scadenza della stessa,
  • uno dei codici univoci ricevuti con:
    • il tampone molecolare (CUN)
    • il tampone antigenico rapido (NRFE)
    • il certificato di guarigione (NUCG).

    In alternativa a questi codici, puoi inserire il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti che hai comunicato in sede di prestazione sanitaria.

La Certificazione verde COVID–19 viene mostrata a video e il QR code può essere salvato nel cellulare in modo che possa essere visualizzato e mostrato anche in modalità offline (senza bisogno di internet).

Il Green Pass dall’app IO

È possibil acquisire la Certificazione verde COVID-19 utilizzando l’App IO (qui per iPhone e qui per Android), ricevendo direttamente un messaggio ogni volta che la Piattaforma nazionale rilascerà un certificato intestato a noi.

Non appena apriiamo il messaggio, l’App  mostrerà il QR Code e i dati del certificato, che è possiible esibire direttamente dall’app stessa.

È possibile salvare il certificato con il suo QR Code nella memoria locale del cellulare, così da poterlo mostrare facilmente anche in assenza di connessione a Internet.

Non è è necessario  richiedere la Certificazione né inserire codici o altri dati: è sufficiente aver fatto almeno una volta l’accesso in App con SPID o CIE.

Come recupeare l’Authcode

Se abbiamo i requisiti per la Certificazione verde COVID-19 e non abbiamo ricevuto l’SMS o l’email o li abbiamo smarriti, possiamo recuperare il nostro AUTHCODE subito e in autonomia da questo indirizzo. Basta inserire il tuo codice fiscale, le ultime 8 cifre della tessera sanitaria e la data dell’evento che ha generato la certificazione verde (data dell’ultima vaccinazione o del prelievo del tampone o, per le certificazioni di guarigione, la data del primo tampone molecolare positivo). Una volta ottenuto l’AUTHCODE puoi scaricare la Certificazione da questo sito con Tessera Sanitaria o da AppImmuni: apre una nuova finestra.

 

Green pass, i negozi dove è obbligatorio

Dall’8 gennaio 2022 è in vigore l’obbligo vaccinale per tutti coloro che hanno compiuto 50 anni.

Dal 15 febbraio il green pass rafforzato (vaccinazione o guarigione) è esteso ai lavoratori pubblici e privati dai 50 anni di età, per l’accesso ai luoghi di lavoro.

È stato inoltre esteso anche l’uso del green pass base (vaccinazione, guarigione o tampone):

Dal 20 gennaio è obbligatorio per accedere ai servizi alla persona;

Dal 1° febbraio a chi accede a pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari e altre attività commerciali.

Dl febbraio dunque si entra con il certificato verde, base o rafforzato, ovunque eccetto che in supermercati, alimentari, ospedali e farmacie.

[Aggiornamento 21 Gennaio]

Con il nuovo DPCM è arrivato l’elenco definitivo delle attività ancora aperte a persone senza tampone o green pass, chiarendo quanto indicato nell’ultimo decreto anti-Covid, secondo cui il lasciapassare basè sarà necessario dal primo febbraio anche in uffici pubblici, servizi postali, banche e attività commerciali, ad esclusione dei servizi «necessari per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona». Dal 20 gennaio è stata stabilita la necessità per barbieri, parrucchieri ed estetisti di chiedere il certificato verde base, quello ottenibile anche con un tampone.

Per sigarette, libri e giornali servirà il Green Pass base, ma non nei chioschi all’aperto o ai distributori automatici. Il Green Pass sarà necessario anche per andare a ritirare la pensione alle Poste: è infatti saltata l’attesa deroga per consentire l’accesso agli uffici postali e nelle banche dove dall’1 febbraio, così come per finanziarie e tutti gli uffici pubblici, sarà necessario avere almeno un tampone negativo effettuato 48 ore prima se antigenico o 72 ore se rapido.

Se volete leggere tutte le regole del Green Pass, scoprire come fare per scaricarlo e come integrarlo nei vostri dispositivi Apple, o in generale per saperne di più su tutto quel che riguarda il passaporto vaccinale introdotto con una legge nel nostro paese, potete fare riferimento ai seguenti articoli:

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, risparmio da 630€ per MacBook Air 512GB M2 15,4 rispetto ad M3

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 630 euro meno del nuovo modello, solo 1249€

Ultimi articoli

Pubblicità