Comprare un iPhone usato: le cose da sapere

Comprare un iPhone usato è fattibile e conveniente, ma fate moltissima attenzione

iPhone usato

Comprare un iPhone usato può essere una buona idea se avete voglia di cambiare smartphone ma il prezzo del nuovo vi spaventa un po’, oppure semplicemente avete bisogno di un ponte in attesa che esca il modello nuovo o anche come secondo o terzo telefono.

D’altra parte il mercato è florido e una semplice ricerca in internet vi offre migliaia di opportunità in tal senso: partendo da eBay sino alle offerte dei privati, passando per l’amico che sta per acquistare l’ultimo modello senza dimenticare l’offerta del negozietto sotto casa.

Ma come è facile aspettarsi, comprare un iPhone usato può diventare di certo più conveniente del nuovo ma di sicuro molto più rischioso, e dato che in entrambi i casi l’investimento sarà importante, proviamo a darvi qualche consiglio, su come procedere.

Comprare un iPhone usato
L’iPhone 7, forse ad oggi il modello con il maggior rapporto prezzo/prestazioni

Quando vale la pena comprare un iPhone usato

Rispondere a quando vale la pena comprare un iPhone usato è molto difficile, le valutazioni dipendono dal periodo, dal budget, dall’opportunità e sicuramente anche dalle necessità che ognuno di noi ha.

Ad esempio, dopo dieci anni di iPhone non è più un segreto che ogni anno, a Settembre, Apple presenti il nuovo modello: se vi si rompe, lo perdete, ve lo rubano o avete comunque la necessità di acquistarne un altro in agosto, è un peccato spendere una cifra importante sul nuovo quando nel giro di un mese alla stessa cifra (più o meno) avrete un modello più avanzato oppure lo stesso modello ma risparmiando un centinaio di Euro (di solito la svalutazione del nuovo dopo un anno, nel listino Apple, si aggira proprio sui cento Euro).

Se siete indecisi date comunque un occhio alle nostre pagine, dove riportiamo tutto quello che si dice riguardo agli iPhone: alcuni sono ovviamente solo “rumors”, ma spesso ci si azzecca, specie quando le “voci di corridoio” si ripetono in modo assiduo.

Vale la pena sicuramente anche pensare di acquistare un usato appena esce un modello nuovo, acquistandolo magari da un amico che vuole sempre l’ultimo modello (ce ne sono molti), in modo da approfittare di un modello abbastanza recente che però in uno scambio tra privati può rappresentare un affare importante.

Infine fate le vostre valutazioni anche sulle funzioni del telefono e quanto vi servono, un acquisto è sempre un acquisto e l’investimento deve essere congruo: come per tutte le cose cercate di capire che cosa vi serve e se vale la pena in termini di spesa.

Unboxing iPhone X macity 1
Richiedere la confezione originale può essere un buon punto di partenza per verificare la bontà del venditore (oltre alla presenza di tutti gli accessor) ma ricordatevi di verificare che l’IMEI del telefono corrisponda con quello della confezione.

Meglio comprare da un negoziante

Se alla fine vi siete convinti nell’acquisto di un usato allora la prima regola da ricordare è forse anche la più semplice: l’acquisto di un iPhone non è diverso da quello di una lavatrice, di una automobile o di un libro e cioè che è importante potersi fidare del venditore, perché una volta concluso l’acquisto, e consegnato il denaro, è molto difficile tornare indietro.

Intuitivamente, la scelta migliore è optare per un negoziante, meglio se importante e conosciuto: in questo caso sarete coperti da una piccola garanzia, perché è difficile che chi ha un negozio cerchi di rifilarvi un mattone con i tasti.

Di contro c’è il problema che un negoziante di sicuro costa di più di uno scambio tra privati, perché la fiscalità dell’acquisto prevede questo e perché per forza deve starci il ricarico del negoziante. In questo caso resta a voi fare una valutazione sul costo del cartellino dell’iPhone.

Se invece optate per lo scambio tra privati, dovete stare molto più attenti, perché il pericolo, grosso, è davvero dietro l’angolo.

iPhone usato forum maciynet
Indecisi su un acquisto in particolare? Usate il nostro Forum, troverete sicuramente qualcuno disposto ad aiutarvi nella scelta o a verificare la bontà dell’offerta

Comprare da un privato

Inutile dire che lo scambio tra privati comporta dei vantaggi: economicità dell’offerta, eliminazione del ricarico e, di tanto in tanto, possibilità di scambio vero e proprio tra modelli (pratica molto diffusa nel mondo Android).

Ma è anche vero che quella che è definita “fregatura” è dietro l’angolo. Comprare da un privato richiede molte più attenzioni, e non importa se ha la persona ha un aspetto rassicurante e un bel sorriso, dovete controllare tutto del prodotto prima di concludere l’affare.

Prima di tutto consigliamo vivamente di controllare con mano l’iPhone prima di pagarlo: il che taglia di netto gli acquisti online, nel senso che l’accordo può essere fatto anche online, ma per lo scambio sconsigliamo vivamente la spedizione, a meno che la persona non abbia comprovata fiducia.

Per prima cosa dovete controllare che l’iPhone sia vero e non un falso di dubbia provenienza, nel senso che sia un iPhone e non un telefono Android camuffato (abbastanza rari ma esistono, chi scrive ne ha visto uno, e non l’avrebbe distinto dall’originale se non l’avesse acceso).

Comprare un iPhone usato
L’iPhone 6s può essere un acquisto interessante per chi non ha grosse pretese: ma attenzione alla batteria, che deve essere per forza sostituita

In secondo luogo l’iPhone si deve poter accendere e deve mostrare la schermata iniziale che invita a collegare il device ad iTunes, in modo che siate liberi di configurare il telefono con il vostro account Apple ID. Se il telefono mostra già le icone e una configurazione effettuata chiedete al venditore di eseguire un reset (basta andare in Impostazioni > Generali > Ripristina > Ripristina contenuto e impostazioni: l’operazione riporta il modello allo stato iniziale e sarete liberi di associarlo al vostro account. Per effettuare tale operazione serve conoscere l’Apple ID del precedente proprietario.

Se chi vi vende il modello non è in grado di eseguire l’operazione perché non conosce la password dell’Apple ID, lasciate stare, è una strada senza ritorno (ne abbiamo parlato nel dettaglio qui). Quel telefono non potrà mai più essere riportato alle configurazioni iniziali.

Purtroppo le possibilità che l’iPhone in questione sia oggetto di un furto sono concrete: chi scrive è stato la vittima di un furto (qui l’intero resoconto, che chiunque ha un iPhone dovrebbe leggere) e ha, purtroppo, dovuto imparare molti di questi dettagli spiacevoli.

Acquistare un iPhone rubato, per quanto allettante, in Italia è un reato di ricettazione: la legge italiana prevede una reclusione da due ad otto anni, con multa sino a 10.329 Euro, decisamente troppi per un risparmio di qualche centinaio di Euro. A questo poi va aggiunta la pena di furto se non riuscite a provare che il telefono l’avete solo acquistato e non effettivamente rubato.

Ricordiamo che ogni smartphone, iPhone o Android, ha un numero seriale univoco chiamato IMEI che può essere controllato e se è stato denunciato come smarrito o rubato, potrebbe essere stato bloccato, se non è detto che chi ha subito il furto abbia effettivamente formalizzato il tutto: le autorità hanno però un database comune di tutti gli smartphone rubati e anche senza internet è facile effettuare un controllo.

Richiedere al confezione originale può essere un buon inizio per assicurare la provenienza del telefono (che non basta, ma è comunque un bel passo).

iPhone rubato e iPhone usato
La pagina di Trova il mio iPhone che mostra la posizione di un iPhone rubato: un acquisto incauto può rivelarsi un problema molto grosso da risolvere con le autorità, meglio controllare sempre la provenienza

Verificate le condizioni del telefono

Oltre alle questioni relative alla sicurezza, ulteriori controlli vanno posti sullo stato fisico del telefono: un iPhone non è un iMac, non sta sempre sopra il tavolo, anzi spesso è dentro le borse, accanto alle chiavi, può cadere e non è detto che tutti abbiamo una custodia in silicone a proteggere dagli urti.

Osservate bene quindi il modello in tutte le sue parti e assicuratevi di controllare bene anche il funzionamento dei connettori: il connettore Lightning deve essere in grado di caricare l’iPhone ma anche di eseguire il passaggio dei dati, così come il connettore jack, per i modelli che ce l’hanno ancora, deve essere integro e consigliamo una verifica anche di quello.

L’integrità del case è essenziale perché offre un quadro importante sulla storia del modello: eventuali ammaccature esterne possono determinare poi malfunzionamenti di alcune componenti, magari anche differite nel tempo. Più controlli eseguite meglio è, come ad esempio il funzionamento del Bluetooth e del Wi-Fi.

Infine la batteria: effettuare un test della batteria è fondamentale perché la batteria subisce l’usura del tempo. In passato vi abbuiamo dato indicazioni in questo senso, nella nostra guida su come verificare lo stato della batteria di iPhone

Grazie ai recenti avvenimenti Apple permette adesso il cambio di batteria per il modelli 6/6s a soli 29 Euro, prezzo che sale a quasi un centinaio di Euro per i modelli più vecchi non coperti dal programma (ne abbiamo parlato qui).

Consigliamo vivamente di valutare il costo del cambio della batteria per i modelli che hanno almeno due anni nella valutazione della spesa totale, al di là di quanto dichiara il venditore (a meno che il venditore non abbia già provveduto al cambio, con tanto di ricevuta).

Comprare un iPhone usato
L’iPhone X usato è ad oggi molto difficile da trovare in un acquisto sicuro: ma se conoscete e vi fidate del venditore, allora può essere un vero affare

Comprare un iPhone usato: di modello il modello

Una volta avvallate tutte le questioni di sicurezza e bontà dell’apparecchio, in ultima analisi non resta che fare una valutazione finale sul prezzo e sulla convenienza. Per le caratteristiche a confronto di tutti gli iPhone potete usare le nostre schede prodotto dedicate agli smartphone Apple.

Ad oggi gli iPhone 5s sono modelli vecchi che possono essere usati solo per le operazioni di base, dalle telefonate a Facebook, con qualche limite nelle email e molti altri limiti nelle App, per le quali spesso è richiesto un hardware più recente in ogni caso saranno compatibili con diverse funzioni di iOS 12 appena annunciato.

Per gli iPhone 6/6s abbiamo redatto un articolo di approfondimento (che potete leggere qui), per cui molte delle regole valgono anche per gli iPhone SE, la cui parentela con il modello 6s è molto stretta. Abbiamo anche una guida agli iPhone 5s. Potrebbe essere interessante anche questa guida a quale iPhone scegliere, anche se di fatto elenchiamo solo i telefoni più recenti.

In linea generale anche qui possiamo dire che iPhone 7 è ancora una buona soluzione che ad oggi non mostra limiti evidenti, anche se ovviamente manca di alcune caratteristiche degli ultimi modelli come la ricarica wireless (che però potrebbe non essere così determinante). Ricordiamo che il nuovo iPad, di cui abbiamo parlato qui, ricalca proprio l’iPhone 7 nell’hardware interno.

Ovviamente per iPhone 8 e iPhone X il problema non si pone, dato che sono modelli attualmente al top nel listino Apple e, perlomeno sino a Settembre, quanto di meglio c’è nel mercato. Trovare questi modelli nel mercato dell’usato è molto difficile, perché è improbabile che chi ha speso dagli 840 Euro in su se ne liberi dopo così poco tempo, per cui l’odore di operazione illegale è forte.

Diversamente, se conoscete bene il venditore allora potrebbe essere un affare interessante soprattutto tra luglio e agosto, quando il prezzo sarà inevitabilmente basso per il lancio imminente di Settembre (mai certo, ma altamente probabile).