Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone » Corellium sfida Apple sul sistema antipedofilia

Corellium sfida Apple sul sistema antipedofilia

La lunga battaglia legale contro Apple si è conclusa con un accordo segreto siglato solo pochi giorni fa, ed ora Corellium invita esperti e ricercatori a mettere alla prova il sistema antipedofilia di Apple per verificare che tutto funzioni come Cupertino ha più volte dichiarato e precisato, soprattutto in termini di massima privacy e sicurezza per l’utente finale.

Oltre a una FAQ di Apple sulla tecnologia, Craig Federighi ha offerto una serie di utili precisazioni e spiegazioni. Ricordiamo che Corellium è specializzata nel mettere a disposizione dei ricercatori di sicurezza versioni virtualizzate di iOS e ipadOS, oltre che Android, quindi di fatto iPhone e iPad virtuali utilizzabili da remoto per cercare eventuali falle, vulnerabilità e risolvere problemi, operazioni estremamente complesse da effettuare su dispositivi Apple fisici.

Con l’iniziativa Corellium Open Security la società assegna ai ricercatori dei progetti più interessanti una sovvenzione di 5.000 dollari, poco meno di 4.300 euro e l’accesso gratuito alla propria piattaforma per un anno intero per rendere possibile la ricerca.Craig Federighi svela nuovi dettagli sul sistema antipedofilia

 

Corellium ritiene che questa nuova iniziativa permetterà ai ricercatori di sicurezza, agli appassionati e ad altri di verificare le affermazioni di Apple sul suo sistema antipedofilia, indicato brevemente con l’acronimo CSAM, sigla delle iniziali di Child Sexual Abuse Material.

Non solo: Corellium loda l’iniziativa di Apple per aver reso il funzionamento del suo sistema CSAM visibile e osservabile da parte dei ricercatori terze parti che, in caso di malfunzionamenti o funzioni non autorizzate, come per esempio l’uso della tecnologia per rilevare materiali politici, non graditi da governi o usati per violare la privacy degli utenti, potranno considerare Apple responsabile per l’accaduto.Bozza automatica

«Ci auguriamo che altri fornitori di software mobile seguano l’esempio di Apple nel promuovere la verifica indipendente delle affermazioni sulla sicurezza e sulla privacy. Per incoraggiare questa importante ricerca, per questo primo progetto pilota della nostra iniziativa sulla sicurezza, accetteremo proposte per progetti di ricerca ideati per convalidare qualsiasi richiesta di sicurezza e privacy per qualsiasi fornitore di software mobile, sia nel sistema operativo che in applicazioni di terze parti».

Chi è interessato all’iniziativa Corellium Open Security ha tempo fino al 15 ottobre per presentare la propria domanda. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Privacy e Sicurezza sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità