Gli sviluppatori di Wunderlist vogliono riacquistare la loro app da Microsoft

Prima l’ha venduta ed ora la vuole riacquistare: c’è una ragione precisa dietro alla proposta indirizzata al Ceo di Microsoft, da parte di uno dei creatori di Wunderlist, apprezzata app di produttività multipiattaforma

Wunderlist

A più di quattro dalla vendita a Microsoft, il fondatore di 6Wunderkinder, software house nota per l’app Wunderlist, afferma ora di volere ricomprare la sua creatura dalla multinazionale di Redmond.

Christian Reber è una delle persone che ha contribuito a far nascere 6Wunderkinder nel 2010 e insieme ad altre cinque persone sono riusciti a creare una delle app di produttività multipiattaforma più note, un task manager per tenere sotto controllo liste di attività e cose da fare, disponibile come app per iPhone, iPad, Windows, OS X e anche come servizio web.

Nel 2015 Microsoft ha comprato Wunderlist, per un importo non precisato ma stimato tra i 100 e i 200 milioni di dollari. Come tipicamente accade quando una piccola app viene acquisita da una azienda più grande, gli utenti di Wunderlist hanno cominciato a chiedere cosa sarebbe accaduto, impauriti dalla possibilità che Microsoft avesse portato a termine l’acquisizione con il solo scopo di eliminare una app concorrente della sua Todoist.

Per tutti gli smemorati, le migliori app per non dimenticare nulla con iPhone e iPad

Le paure degli utenti si sono dimostrate giustificate e nel 2017 Microsoft ha fatto sapere che avrebbe mandato in pensione Wunderlist e portato alcune delle sue migliori funzionalità in una nuova app di produttività denominata To-Do.

Non è stato indicato il lasso di tempo nel corso del quale dovrebbe avvenire la transizione da Wunderlist e To-Do, e a tutt’oggi gli sviluppatori di Wunderlist non sembrano essere in grado di indicare una data per l’uscita di scena definitiva.

Christian Reber su Twitter ha ora chiesto al CEO di Microsoft, Satya Nadella, di riacquistare l’app. “Ancora triste perché @Microsoft vuole chiudere @Wunderlist, anche se le persone continuano ad amarla e usarla”, si legge nel tweet. “Sono serio @satyanadella @marcusash, vi prego permettimi di ricomprarla”.

Reber afferma che la sua offerta è seria e ha anche indicato cosa intenderebbe fare in cambio; resta da capire se Microsoft ha intenzione di dare ascolto all’ex proprietario dell’app.