Disponibile la versione 6.0 beta di TeamViewer

Rilasciata una release beta della nuova versione 6 di TeamViewer, il software che consente di controllare in remoto Mac e PC, disponibile anche in versione per iPhone.

E’ disponibile una versione beta (preliminare) del nuovo Teamviewer 6, software per il controllo remoto di Mac e PC. Nella nuova versione, il modulo cliente QuickSupport può essere personalizzato includendo elementi come il logo e i colori dell’azienda: opzione utile per le aziende che vogliono fornire supporto remoto. Ora è presente anche una lista di “partner”: senza bisogno di installazioni, l’identità del cliente viene registrata automaticamente all’interno della partnerlist del tecnico che offre il supporto; chi offre il supporto viene allertato immediatamente quando il cliente avvia il QuickSupport e le connessioni possono avere inizio quindi con un solo clic. Un’opzione denominata QuickJoin, permette ai lettori di connettersi direttamente senza bisogno di costringere il presentatore a indicare l’ID per ogni partecipante alle presentazioni.

Tutti i software di TeamViewer presentano un supporto per molteplici piattaforme e possono essere avviati indifferentemente su Windows, su Mac (è possibile controllare in remoto un Mac da Windows o un PC con Windows da Mac), su iPhone/iPod e sistemi Linux.  Le versioni professionali dell’applicazione sono disponibili nelle license Business, Corporate e Premium. Il software, lo ricordiamo è disponibile anche in versione gratuita se usato per finalità non commerciali. Avviando l’applicazione si riceve un codice identificativo ed una password da comunicare al partner di connessione via telefono o e-mail. Digitando il codice e la password si puo’ stabilire una connessione immediata con il computer a distanza. La lista dei partner, memorizza le informazioni di connessione degli interlocutori rendendola sempre disponibile anche utilizzando un account TeamViewer gratuito.

 

L’applicazione è veramente comoda poiché non richiede port-forwarding, indirizzi IP statici o configurazioni del router, rendendo la connessione semplice e sicura. I Firewalls possono restare attivi nel corso di tutta la sessione, garantendo così protezione al computer e assicurando una regolare connessione per tutti. TeamViewer rispetta gli standard di sicurezza più elevati, incluse le black and white list e il bit di crittografia AES 256.

[A cura di Mauro Notarianni]