FileMaker rinasce come Claris, nuovo Ceo e nuova acquisizione

Rivoluzione FileMaker: la società controllata di Apple torna allo storico nome Claris. Annuncia l’acquisizione della startup italiana Stamplay e il lancio di Claris Connect

Nuovo CEO e nuova acquisizione, FileMaker rinasce come Claris

In occasione della 24esima DevCon annuale, FileMaker, sviluppatore della nota piattaforma omonima di database, ha annunciato l’inizio di un nuovo capitolo nella storia della società come Claris International. La società FileMaker controllata di Apple torna così allo storico nome noto fin dagli anni ’80 per i software MacPaint e MacWrite inclusi con il primo originale Macintosh del 1984 voluto da Steve Jobs.

La società ha comunicato inoltre l’acquisizione di Stamplay, un servizio che aiuta le aziende di tutte le dimensioni a integrare i dati da servizi cloud di terze parti come Box, DocuSign e molti altri ancora all’interno delle proprie app. FileMaker, che ora torna a chiamarsi con lo stico nome di Claris, ha completamente integrato questo servizio e annunciato la nuova offerta Claris Connect.

FileMaker rinasce come Claris, nuovo Ceo e nuova acquisizioneQuesto servizio, a detta dello sviluppatore, fornirà ai clienti una interfaccia intuitiva per automatizzare i flussi di lavoro grazie a servizi basati sul cloud, senza dover procedere alla scrittura di integrazioni personalizzate nel back-end. Il team Claris Connect continuerà a essere guidato dall’ex AD di Stamplay, Giuliano Iacobelli. L’operazione è stata possibile con l’acquisizione di Stamplay da parte di Apple avvenuta a marzo.

«Claris deriva dalla radice latina “clarus” che significa “chiaro, brillante, luminoso» ha dichiarato Brad Freitag, amministratore delegato di Claris. «Niente potrebbe riassumere meglio la missione della società: fornire ai risolutori di problemi soluzioni intelligenti adatte alla loro attività. Ampliando la nostra piattaforma fino a farla diventare un moderno, potente e versatile strumento in grado di far collaborare app personalizzate in locale e servizi di terze parti, ora i clienti possono ottimizzare i processi aziendali grazie ai servizi cloud che utilizzano ogni giorno».

Nuovo CEO e nuova acquisizione, FileMaker rinasce come Claris
Brad Freitag, AD di Claris.

Brad Freitag è stato nominato AD di FileMaker a marzo, dopo aver lavorato sei anni nel settore Worldwide Sales della società. Ha messo in atto una strategia ambiziosa mirata ad accrescere il portafoglio clienti della società nei prossimi tre anni. Ampliando la piattaforma con una combinazione di app personalizzate e servizi cloud di terze parti, l’obiettivo è permettere ai clienti di risolvere più rapidamente i problemi e creare applicazioni senza limiti a ogni livello di funzionalità.

Nel 1986, Claris è partita come consociata Apple. Nel 1998, la società è stata rinominata FileMaker, Inc. concentrandosi sul suo prodotto principale disponibile sia per Mac che per Windows. FileMaker. Da allora ha raggiunto i 50.000 clienti e oltre un milione di utenti finali, producendo costantemente utili per più di 80 trimestri.