Home Hi-Tech Finanza e Mercato I partner di Apple Foxconn e TSMC cercano vaccini

I partner di Apple Foxconn e TSMC cercano vaccini

Anche se il numero dei contagiati rimane contenuto in assoluto, a Taiwan da maggio vengono rilevati sempre più focolai di Covid anche presso gli stabilimenti dei partner Apple Foxconn e TSMC: nel tentativo di scongiurare chiusure di reparti e intere fabbriche entrambe le società stanno cercando vaccini, affiancandosi o in alternativa alle iniziative del governo locale.

La posta in gioco è enorme: TSMC costruisce per Apple tutti i processori progettati da Cupertino impiegati in iPhone, iPad, Apple TV e recentemente anche i modelli Apple Silicon destinati ai Mac. Foxconn è da sempre il più importante costruttore a contratto di Apple per l’assemblaggio finale di computer e dispositivi di Cupertino, inoltre la multinazionale include decine e decine di fornitori e costruttori di parti e componenti elettroniche.

foxconn tsmc vaccini

L’iniziativa di Foxconn e TSMC per procacciare direttamente vaccini extra punta a evitare chiusure e rallentamenti di produzione nelle fabbriche che realizzano i prodotti Apple attualmente a listino, ma anche in vista dell’inizio produzione dei prossimi iPhone 13 attesi a settembre. Gli ostacoli da superare sono numerosi: le società farmaceutiche che producono vaccini dichiarano infatti che trattano esclusivamente con i governi, mentre la Cina ritiene che Taiwan debba essere inclusa nelle trattative per i vaccini destinati alla Cina.

Apple e TSMC insieme fino al 2020 ma c’è qualche rischio
Foto Flickr utente iPhone digital

Il Presidente di Taiwan e Terry Gou sembra abbiano trovato un accordo per concedere a Foxconn e TSMC una autorizzazione governativa per poter trattare dei vaccini con le case farmaceutiche, segnalato da Reuters, vaccini che poi le due società cederebbero allo stato. Come da sempre avviene Taiwan tenta di evitare le ingerenze della Cina, dichiarando di non fidarsi dei vaccini del Paese del Dragone, proseguendo le trattative dirette con le cause farmaceutiche europee.

Sia il Giappone che gli Stati Uniti hanno già donato consistenti scorte di vaccini ma i numeri rimangono ancora troppo bassi per la vaccinazione di massa. Attualmente solo il 6% dei 23,5 milioni di abitanti di Taiwan ha ricevuto almeno una dose.

Tutto quello che sappiamo finora sui prossimi modelli di iPhone 13 è in questo approfondimento di macitynet.

Offerte Speciali

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

MacBook Air M1 256 GB nei colori argento e oro torna al minimo storico: 977 euro

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto che lo porta per la prima volta a 977 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,957FollowerSegui