Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Giochi e Console » Google Genie trasforma immagini in videogiochi

Google Genie trasforma immagini in videogiochi

Finora i modelli di intellignza artificiale AI hanno dimostrato di poter generare testo, immagini e foto, persino musica e video: ora è il turno di Google di sbalordire ulteriormente il mondo con un nuovo prodigio AI battezzato Genie.

Deepmind, la sezione ricerca di Google dedicata all’AI, ha reso noto il nuovo progetto sperimentale che promette ulteriori meraviglie: si chiama Genie (nome che sta per “GENerative Interactive Environment”) ed è in grado di animare un’immagine statica, per creare una rappresentazione 3D, un ambiente esplorabile, navigabile e anche interattivo, arrivando di fatto a creare videogiochi a partire da una immagine o un testo.

Sul sito che annuncia il progetto sono presenti vari GIF che mostrano giochi tipo platform ottenuti partendo da immagini statiche (disegni di bambini, fotografie, ecc.) o prompt di testo dati in pasto a ImageGen2, dimostrando la possibilità di trasformare le immagini in ambienti navigabili in tutte le direzioni e tutto in tempo reale.

Con Genie potrebbe essere possibile creare esempi di giochi in tempo reale; il modello AI non crea, almeno per ora, codice e sprite utilizzabili dagli sviluppatori, ma crea delle animazioni ipotizzando i framework da generare per creare una animazione.

Google Genie trasforma immagini in ambienti interattivi e videogiochi

Genie riesce a mostrare esempi di giochi, perché è stato addestrato partendo da 200.000 ore di video game liberamente disponibili su internet, filtrati ulteriormente finché l’AI è stata in grado di “comprendere” il concetto di platform game 2D.

I “mondi” generati vengono creati sulla base dei dati sfruttati per l’addestramento, creando modelli dinamici che permettono di predire il comportamento dell’ambiente virtuale in base agli input dell’utente. Genie ha appresso ed è in grado di riconoscere i pattern e le dinamiche tipiche dei giochi 2D.

L’Ai interpreta le immagini di partenza come frame di un video e genera i frame successivi, “ipotizzando” quello che dovrebbe accadere sullo schermo (i frame successivo) in risposta a specifici input.

Google Genie trasforma immagini in ambienti interattivi e videogiochi

Come è facile immaginare, nonostante alcune limitazioni intrinseche, tutto questo apre nuove possibilità creative per sviluppatori e designer. Google ammette che vi sono dei limiti (si possono ottenere comportamenti irrealistici e anomali) ma il potenziale è interessante e l’AI, oltre a tutto quanto il resto, potrebbe rivoluzione anche il settore della creazione dei giochi, aggiungendo anche questo ramo degli sviluppatori all’elenco di quanti devono cominciare a preoccuparsi per il loro lavoro…

Tutti gli articoli che parlano di Intelligenza Artificiale sono disponibili a partire da questa pagina di macitynet

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, risparmio da 630€ per MacBook Air 512GB M2 15,4 rispetto ad M3

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 630 euro meno del nuovo modello, solo 1249€

Ultimi articoli

Pubblicità