Hogwarts Legacy per tutti tranne che per Mac

Le porte della scuola di magia di Harry Potter si sono finalmente aperte a tutti gli appassionati che, dal 10 febbraio, possono giocare all’attesissimo Hogwarts Legacy: a tutti, dicevamo, tranne quelli che vorrebbero poterci giocare con il Mac.

Il videogioco, sviluppato da Avalanche Software, sta riscuotendo un grandissimo successo tra il pubblico, tanto che a solo un giorno dal lancio si è già guadagnato il titolo più visto su Twitch, con più di 1,28 milioni di spettatori collegati contemporaneamente da tutto il mondo per seguire le prime gesta di chi ci ha già messo le mani sopra.

Bozza automatica

Perché è già un successo

La grafica mozzafiato, gli spazi praticamente infiniti, il gameplay esaustivo: tutto è stato progettato nei minimi dettagli per permettere ai fan di mettere piede in un mondo che ricalcasse a pieno la magia ideata dalla scrittrice J.K. Rowling. E soprattutto la storia: siamo nella seconda metà del 1800, quindi ben prima delle avventure del maghetto con gli occhiali, e l’utente avrà il privilegio di accedere direttamente dal quinto anno della scuola di Magia, avendo così a disposizione già una solida base di conoscenze e incantesimi di alto livello.

La trama quindi è del tutto inedita, ma rimane all’interno dei fedeli canoni di Harry Potter con la scuola di Hogwarts, i negozi di Diagon Alley, la banca della Gringott, il Quidditch e tutti gli altri riferimenti che troviamo nei romanzi e nei film della saga.

Il tentativo di boicottaggio

Insomma, la ricetta è ben riuscita, anche se le critiche alla scrittrice – che ha percepito un compenso sui diritti del gioco anche se non è stata coinvolta direttamente nello sviluppo – per le sue presunte posizioni transfobiche hanno fatto sì che il gioco fosse oggetto di una campagna di boicottaggio, ma non è bastato (e per fortuna, perché un parere personale non dovrebbe condizionare la lettura di un libro, la visione di un film o, in questo caso, una partita ad un videogioco) per arrestarne la rapida ascesa e l’acclamazione del pubblico.

Bozza automatica

Come giocarci

Così, chi vuol giocarci, ha potuto farlo acquistando la versione Digital Deluxe Edition per PlayStation 5 e Xbox Series X|S cib accesso ottenuto già dalla mezzanotte del 7 febbraio, mentre gli utenti PC che hanno acquistato la stessa versione sono riusciti ad entrare qualche ora prima. La versione standard per PS5, Xbox Series X|S e PC è disponibile dal 10 febbraio.

Il 4 aprile arriveranno invece quelle per PS4 e Xbox One, mentre l’attesa si fa più lunga per i possessori di una Nintendo Switch, che potranno giocarci soltanto dal 25 luglio. Va comunque peggio ai possessori di un Mac, anche quelli che hanno speso migliaia di euro per uno degli ultimi performanti computer con processori M2 Pro e Max: nonostante i requisiti ci sarebbero tutti, per il momento infatti la versione di Hogwarts Legacy per computer Apple non esiste.

Offerte Speciali

iPhone 14 Plus, cinque cose da sapere

Affare iPhone 14 Plus 256 GB, al prezzo più basso solo 999€

Sale lo sconto su iPhone 14 Plus. Ribasso di 310 euro per la vera novità nel campo degli iPhone 2022 in versione 256 GB. Minimo storico con un taglio al listino del 24%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità