Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » iGuida » I migliori libri classici di fantascienza distopica

I migliori libri classici di fantascienza distopica

Pubblicità

Siamo entrati nell’era delle intelligenze artificiali che fanno cose evolute e adesso sta cambiando tutto. È un momento di incertezza, a quali scenari possiamo fare riferimento? Fortunatamente, la fantascienza da sempre pensa a futuri terribili.

I libri distopici catturano l’immaginazione dei lettori e li coinvolgono in una trama affascinante che esplora questioni importanti e significative, facendo capire come possono andare le cose, nella peggiore delle ipotesi. Da questo punto di vista i romanzi distopici sfidano le percezioni dei lettori sulla società, la tecnologia e la natura umana, offrendo una prospettiva alternativa e coinvolgendo i lettori in una riflessione profonda.

Al tempo stesso, possono aiutare i lettori a prepararsi per possibili scenari futuri e a pensare alle conseguenze a lungo termine delle loro azioni. molti libri distopici sono scritti per esplorare questioni sociali e politiche attuali in un contesto immaginario. Questo permette ai lettori di vedere le conseguenze estreme di azioni e decisioni attuali e di riflettere sul loro significato. Quindi, quale farmaco migliore per l’incertezza del futuro che una bella lettura fantascicentica?

Qui trovate tutti gli articoli con i Migliori libri di Macity raccolti in un’unica pagina.

I migliori libri


Solo il mimo canta al limitare del bosco

Pubblicato in passato con il titolo “Futuro in trance”, il romanzo del 1980 di Walter Tevis è fondamentale. Siamo nel 2467 e da diverse generazioni sono i robot a prendere ogni decisione, mentre un individualismo esasperato regola la vita dell’uomo: la famiglia è abolita, la coabitazione vietata e ogni persona assume quotidianamente un mix di psicofarmaci e antidepressivi. I suicidi sono in aumento, non nascono più bambini e la popolazione mondiale sta avviandosi all’estinzione. Simbolo e guardiano dello status quo è Spofforth, androide di ultima generazione che agogna un suicidio che gli è però impedito dalla sua programmazione. A lui si contrapporranno Paul Bentley, un professore universitario che, riscoperta casualmente la lettura dimenticata da tempo, grazie ai libri apprende l’esistenza di un passato e la possibilità di un cambiamento, e Mary Lou, che sin da piccola ha rifiutato di assumere droghe pur di tenere gli occhi aperti sulla realtà. Tevis si muove dall’incrocio di queste tre vite creando una distopia postmoderna sulle inquietudini dell’uomo, dove la tecnologia senza controllo si trasforma da risorsa in pericolo.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

La voce del Padrone

Questo libro del 1968 di Stanislaw Lem, finalmente ripubblicato in Italia, è un appassionante racconto di fantascienza, ma anche un feroce ritratto di scienziati, militari e politici. E soprattutto è un libro di kafkiana potenza sulle miserie, le grandezze e i dilemmi della condizione umana. La Voce del Padrone è il nome in codice di un progetto di ricerca segreto del governo statunitense. Lo scopo: decifrare il presunto messaggio in arrivo dallo spazio rilevato sulla Terra sotto forma di un’onda neutrinica. Il flusso insolito di particelle è puramente casuale, o è invece una lettera inviata da una civiltà superiore? E in questo caso, cosa ci vuole dire? È amichevole? Tra le menti incaricate di scoprirlo – e di farlo prima dei russi – c’è Hogarth, il narratore di questo romanzo: un matematico celeberrimo e geniale, spinto a indagare anche da motivazioni metafisiche e autoconoscitive. Chiuso assieme a decine di scienziati in una base nascosta nel deserto, Hogarth dovrà districarsi tra poteri politici e corse agli armamenti, ingerenze, depistaggi, narcisismi. Ma dovrà anche misurarsi con i propri limiti e fronteggiare brucianti interrogativi morali.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

1984

Il libro di George Orwell scritto nel 1948, all’alba della Guerra Fredda e contro la dittatura sovietica, lo conoscono tutti ma sono pochi quelli che lo hanno letto, soprattutto di recente. Londra, 1984, un futuro distopico in cui il mondo è stato spartito fra tre superpotenze dittatoriali. In cielo volano elicotteri e le strade, tappezzate di manifesti del Grande Fratello, il tiranno che tutto vede, sono pattugliate dalla psicopolizia. Winston Smith lavora per il Ministero della Verità, il suo compito è fabbricare menzogne. La sua vita però non è così distante da quella di un qualsiasi impiegato. La sua storia è la storia senza tempo di chiunque si senta prigioniero di un sistema opprimente, schiacciato da una quotidianità grigia, schiavo della routine e intrappolato in una serie di relazioni inumane. A salvarlo potrà essere soltanto l’amore. Quello per una vita diversa, che abbia davvero un senso, di cui prova nostalgia pur senza averla mai vissuta. E, soprattutto, quello per una donna: Julia. Sarà lei ad aprirgli le porte di un’esistenza libera dal controllo sui sensi e sui sentimenti; sarà lei, con la sua fisica ingenuità, a dargli il coraggio per provare a ribellarsi davvero.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Il mondo nuovo-Ritorno al mondo nuovo

Due libri fondamentali di Aldus Huxley al prezzo di uno. Scritto nel 1932, Il mondo nuovo è ambientato in un immaginario Stato totalitario del futuro, nel quale ogni aspetto della vita viene pianificato in nome del razionalismo produttivistico e tutto è sacrificabile a un malinteso mito del progresso. Il culto di Ford domina la società mentre i cittadini, concepiti e prodotti industrialmente in provetta, non sono oppressi da fame, guerra, malattie e possono accedere liberamente a ogni piacere materiale. In cambio del benessere fisico, però, devono rinunciare a ogni emozione, a ogni sentimento, a ogni manifestazione della propria individualità. Produrre, consumare. E, soprattutto, non amare. Un libro visionario, dall’inesausta forza profetica, sul destino dell’umanità. E sulla forza di cambiarlo. Al romanzo, qui per la prima volta accompagnato dalla fondamentale Prefazione che lo stesso autore scrisse nel 1946, segue la raccolta di saggi Ritorno al mondo nuovo (1958) nella quale Huxley tornò a esaminare le proprie intuizioni alla luce degli avvenimenti dei decenni centrali del Novecento.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Fahrenheit 451

Altro grande classico letto purtroppo meno spesso ma assolutamente moderno e meritevole, questo romanzo distopico di Ray Bradbury vale da solo tutta la lista, soprattutto nell’ottima traduzione di Giuseppe Lippi. Montag fa il pompiere in un mondo in cui ai pompieri non è richiesto di spegnere gli incendi, ma di accenderli: armati di lanciafiamme, fanno irruzione nelle case dei sovversivi che conservano libri e li bruciano. Così vuole fa legge. Montag però non è felice della sua esistenza alienata, fra giganteschi schermi televisivi, una moglie che gli è indifferente e un lavoro di routine. Finché, dall’incontro con una ragazza sconosciuta, inizia per lui la scoperta di un sentimento e di una vita diversa, un mondo di luce non ancora offuscato dalle tenebre della imperante società tecnologica.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

La fine dell’eternintà

È uno dei romanzi meno noti (in Italia) di Isaac Asimov. Eppure è fondamentale, e per fortuna si trova ancora in edizione Kindle. In un futuro ancora molto lontano l’uomo ha imparato a viaggiare nel tempo, spostandosi con disinvoltura da un secolo all’altro e organizzando traffici commerciali tra ere diverse. Il viaggio nel tempo permette anche di tenere l’umanità sotto rigido controllo, modificando tutto ciò che potrebbe provocare gravi turbamenti nella storia. A effettuare i cambiamenti sono delegati gli analisti e i tecnici della chiusa casta degli Eterni, gli unici in grado di manipolare passato e futuro. Un giorno però Andrew Harlan, un giovane Eterno, si trova di fronte a una scelta atroce: salvare l’eternità o il suo amore, e non avrà dubbi. Uno dei più brillanti romanzi di Isaac Asimov, una sconcertante epopea che si pone come alternativa possibile all’universo dei robot, dell’Impero Galattico e della Fondazione.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

L’Invincibile

Un altro romanzo di Stanislaw Lem, forse uno degli scrittori più importanti e meno conosciuti del Novecento. Sul pianeta Regis III della costellazione della Lira, ai margini della Galassia, è scomparso l’incrociatore Condor. Vi è atterrato l’anno precedente e da allora nessun messaggio è arrivato sulla terra. Viene perciò inviata l’astronave gemella, l’Invincibile, con il compito di capire cosa sia successo e affrontare eventuali nemici. Si sa però che il pianeta è morto da milioni di anni, quale pericolo potrebbe annidarsi? Un classico della fantascienza, pieno di azione e tensione, un romanzo sull’uomo e sulle macchine intelligenti, sullo sviluppo tecnologico e sui rischi che esso comporta, sulla robotica e sull’intelligenza artificiale e anticipa di fatto domande e dilemmi dei nostri tempi, e i temi di scrittori che vanno da Philip K. Dick a Jeff VanderMeer.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Ma gli androidi sognano pecore elettriche?

Visto che abbiamo appena menzionato Philip K. Dick: avete paura di ChatGPT? Vi ricordate di Blade Runner? Ecco. “Il recupero di questo romanzo avviene nel 1982, l’anno della morte di Dick, grazie alla comparsa sugli schermi di Blade Runner di Ridley Scott. Pur distaccandosi in più punti dall’opera di Dick, tanto da rendere totalmente umani i “replicanti” e da eliminare quasi del tutto dalla trama i motivi religiosi e il ruolo giocato dagli animali artificiali, Ridley Scott cattura la visione tragica e insieme grottesca del romanzo, accentuando la metamorfosi del “genere” SF in un noir cupo e metafisico, in cui Rick Deckard, recitato da Harrison Ford, assorbe qualcosa del detective Philip Marlowe di Chandler e affronta in un truculento duello western-futuristico il Roy Batty di Rutger Hauer, pericolosamente contiguo a un superuomo germanico, mentre Sebastian, introdotto nel film al posto di Isi-dore, introduce lo spettatore nel suo personale mondo di balocchi, simile a una sinistra Disneyland. Ibridazione si aggiunge quindi a ibridazione, senza che si possa ricomporre in modo definitivo l’immagine frantumata di un mondo a venire, che è dentro di noi, sepolto nei sogni e nelle fantasie del nuovo millennio.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

La città e le stelle

Arthur C. Clarke è una figura centrale della fantascienza internazionale del Novecento. È L’autore di 2001 Odissea nello spazio, per dire. In questo romanzo breve del 1956 dopo una prima edizione nel 1948 come racconto per una rivista. La città e le stelle si svolge miliardi di anni nel futuro nella città di Diaspar. In quel tempo la terra era così vecchia che gli oceani erano scomparsi e l’umanità era praticamente estinta. Secondo le conoscenze degli abitanti di Diaspar, essa era l’unica città nel mondo. La città era completamente “chiusa” : nessuno poteva entrarvi o uscirvi e nessuno poteva ricordare quando questo era potuto succedere. Gli abitanti di Diaspar soffrivano così di una istintiva agorafobia. Il motivo di questa paura pare essere il ricordo di una razza di invasori che avevano respinto l’umanità dalle stelle verso la Terra, raggiungendo un accordo per il quale l’umanità avrebbe potuto vivere se non avesse più lasciato il suo pianeta. In Diaspar, l’intera città è controllata da un computer centrale. Non solo la città è mantenuta dalle macchine, ma gli esseri viventi sono creati dalle macchine stesse. Il computer crea i corpi in cui gli abitanti possono vivere e memorizza le loro menti nella memoria quando essi muoiono, per reincarnarli per future vite. In quel momento solo una piccola parte di queste persone sono viventi in Diaspar: il rimanente “dorme” nei banchi di memoria del computer.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

L’uomo in fuga

Vecchissimo romanzo di Stephen King, pubblicato all’inizio della carriera dello scrittore con lo pseudonimo di RIchard Bachman, ma dentro c’è già praticamente tutto. Ben Richards decide di partecipare alle selezioni per “L’Uomo in fuga”, un sadico e famosissimo show televisivo in cui il protagonista, braccato dai cacciatori della Rete e da chiunque lo riconosca, guadagna cento dollari per ogni ora di sopravvivenza e, se è fortunato ed è ancora vivo allo scadere dei trenta giorni concessigli, un miliardo di dollari. Ben, che vuole quei soldi per curare la figlia malata, supera le selezioni.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Qui trovate tutti gli articoli con i Migliori libri di Macity raccolti in un’unica pagina.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Fuori tutto Apple di Amazon, sconti da urlo su MacBook, Apple Watch e iPhone

Amazon sconta massicciamente una lunga serie di prodotti Apple. Ribassi su MacBook Air, MacBook Pro, Mac mini, iPhone ed Apple Watch fino a quasi il 30%. Ecco tutti i migliori affari selezionati
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità