Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » La strategia di Apple funziona? Lo sapremo il 30 aprile

La strategia di Apple funziona? Lo sapremo il 30 aprile

Pubblicità

Se la strategia di Apple per sostenere le vendite di iPhone e rimettere in direzione la nave delle vendite funziona lo sapremo il 30 aprile. Quella è infatti la data in cui saranno resi noti i risultati fiscali del secondo trimestre fiscale

Quello fissato a fine mese sarà il primo bilancio dopo quello concluso il 29 dicembre 2018, il primo nel quale l’azienda ha annunciato un fatturato trimestrale di 84,3 miliardi di dollari con una diminuzione del 5% rispetto al trimestre dell’anno precedente. A causarlo, lo ricordiamo, è stata diminuzione delle vendite di iPhone rispetto all’anno precedente, una flessione registrata specialmente in Cina e per fare fronte al quale sono state messe in atto diverse strategie, come il ribasso dei prezzi o aumenti del valore di permuta di vecchi modelli (non solo in Cina).

Per il secondo trimestre del proprio anno fiscale 2019, Apple ha fornito la seguente guidance:

  • fatturato fra i 55 miliardi di dollari e i 59 miliardi di dollari
  • margine lordo fra il 37% e il 38%
  • spese operative fra gli 8,5 miliardi di dollari e gli 8,6 miliardi di dollari
    altre entrate/(spese) di 300 milioni di dollari
  • aliquota fiscale di circa il 17%

“Malgrado la delusione per non aver confermato la guidance”, aveva dichiarato il CEO Tim Cook nell’ultimo trimestre, “la nostra gestione in Apple guarda al lungo termine e i risultati imostrano che le fondamenta del nostro business sono assolutamente solide. “La nostra base installata attiva di dispositivi ha raggiunto il massimo storico di 1,4 miliardi nel primo trimestre, con un incremento che ha coinvolto tutte le aree geografiche. Questo dato testimonia chiaramente la soddisfazione e la fedeltà dei nostri clienti; anche i nostri servizi hanno fissato nuovi record, grazie al nostro vasto ecosistema in costante crescita.”

Proprio sui servizi si dovrà concentrare necessariamente in futuro l’attenzione degli investitori e degli analisti. Come noto è proprio in questa direzione che puntano le strategie di crescita a lungo termine, assodato che al momento sembra molto complicato aumentare le vendite di iPhone e della parte restante dell’hardware. Fino ad oggi la problematica in fatto di aumento del fatturato è stata affrontata mediante un costante aumento del prezzo medio dei dispositivi, ma questo ha complicato, non poco, la diffusione dei dispositivi Apple là dove ci sarebbe stato più spazio di crescita, ovvero nei paesi meno ricchi e in quelle fasce di consumatori che hanno meno potere di acquisto.

Apple fornirà l’audio streaming live della conference call sui risultati finanziari del secondo trimestre dell’anno fiscale 2019 la sera del 30 aprile 2019 sul sito www.apple.com/investor/earnings-call/. Il webcast sarà disponibile per la riproduzione differita per circa due settimane successive.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi iMac con chip M3, Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3

Minimi storici sugli su iMac M3, prezzo da 1199 euro con sconto del 26%

Su Amazon va in sconto va al minimo l'iMac con processore M3 in versione base. Lo pagate 430 euro meno del suo prezzo di listino nella configurazione con 256 GB di disco, CPU 8-core e GPU 8-core, solo 1199 €, riobasso del 26%. Prezzo eccellente anche sulla versione con GPU da 10 core
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità