In iOS 13 una mappa per vedere dove le app vi hanno tracciato

Ecco la nuova funzione iOS 13 e iPadOS che darà maggiore privacy agli utenti: di tanto in tanto saranno informati sul perché e come le app tracciano la posizione.

iOS 13 vi dirà dove le app vi hanno tracciato

Apple ha fatto della sicurezza il suo grande cavallo di battaglia. Continuerà su questa rotta anche con iOS 13, che offrirà nuove funzionalità di privacy, inclusa quella di mostrarvi quali dati di localizzazione sono stati raccolti da un’app, dopo che l’utente gli ha consentito di farlo.

A scoprilro alcuni beta tester di 9to5Mac, che hanno notato su iOS 13 beta un pop up, apparso in modo random, con dettagli sui dati di localizzazione raccolti da una determinata applicazione. Tra questi, anche  una mappa di dove l’app ha effettivamente monitorato l’utente. Inoltre, queste schede offriranno anche una descrizione del perché l’app ha bisogno di tracciare i dati di localizzazione. Se la motivazione non convincerà l’utente, sarà possibile revocare i permessi o limitare la raccolta di dati sulla posizione.

In iOS 13 una mappa per vedere dove le app vi hanno tracciato
Queste stesse notifiche sono state avvistate anche su iPadOS, mentre non sembra esservene traccia su macOS o tvOS, così come non compaiono al momento su watchOS 6.

Si tratta dell’ennesima funzione di sicurezza, spiegano i tester, mirata a incrementare la privacy utente, che consentirà a ciascuno di fare un utilizzo più consapevole dei propri dati. E’ sicuramente una funzione utile, perché di tanto in tanto permetterà di accorgersi dei dati raccolti da app alle quali, magari, si è dato il permesso senza fare troppo caso alle sue implicazioni.

Inoltre, questa funzione dovrebbe anche dissuadere gli sviluppatori  che raccolgono la posizione utente in modo del tutto inutile. Questi sviluppatori potrebbero dunque ridimensionare le informazioni raccolte sapendo che Apple informerà, di tanto in tanto, gli utenti.