John McAfee «Ho superato la crittografia di WhatsApp»

Ci risiamo: questa volta John McAfee annuncia al mondo di aver intercettato e letto un messaggio di WhatsApp. L’eccentrico imprenditore dichiara però che l'hack non funziona su iOS

Nonostante l’implementazione della crittografia di WhatsApp, totale ed end to end, John McAfee dichiara che con il suo team composto da altri 4 esperti di sicurezza è riuscito ad accedere e leggere un messaggio inviato con una delle principali piattaforme di messaging al mondo. L’eccentrico imprenditore ha subito precisato però che l’accesso non autorizzato ai messaggi protetti non è possibile su iOS ma solo su Android, il sistema operativo mobile che fa funzionare circa il 90% degli smartphone e dei tablet in circolazione.

John McAfee,

Le nuove dichiarazioni di John McAfee sono accolte con dubbi e perplessità anche nel mondo della sicurezza informatica: ormai da anni il nome di McAfee, un tempo associato a una delle aziende più importanti e rispettate al mondo in questo campo, è rimbalzato ripetutamente nei notiziari e nella cronaca per una serie di episodi controversi e soprattutto per una corposa serie di dichiarazioni audaci.

In ogni caso sembrerebbe che questa volta l’hack sia stato effettivamente realizzato, almeno in base agli indizi comunicati. John McAfee ha dichiarato a Cybersecurity Ventures che la falla sfruttata non richiede il root dei due terminali e che una società di analisi forensi ha già analizzato i due smartphone confermando l’avvenuto hack, rilevando la presenza di uno spyware e anche di un keylogger per captare gli inserimenti dell’utente.

McAfee precisa che il problema non è di WhatsApp bensì di Android, con alcune gravi vulnerabilità che Google dovrebbe risolvere al più presto, dichiarandosi disposto a collaborare sia con WhatsApp che con Google per chiudere la falla scoperta. Infine McAfee precisa che l’operazione non è stata realizzata per puntare alla vendita della scoperta e a un profitto e che comunicherà più dettagli solo dopo aver incontrato Google e WhatsApp.

crittografia di WhatsApp