La Dacia Duster elettrica potrebbe arrivare il prossimo anno

Dacia è al lavoro sull'elettrico. Un modello a zero emissioni che potrebbe irrompere sul mercato con un costo molto "appetibile" per l'acquirente in grado di attirare una clientela più ampia in questo campo.

Prototipo Dacia Elettrica

Dacia, marchio low-cost rumeno acquistato da Renault, nota per i modelli Logan, Sandero, Duster, Lodgy e Dokke, starebbe lavorando su una vettura elettrica.

La prima vettura candidata all’elettrico è la Duster, SUV compatto della gamma, pronto ad un terzo rinnovo dopo il restyling a inizio dello scorso anno.

Indiscrezioni riferiscono del possibile arriva della Dacia Duster elettrica nel 2020 con un prodotto sul mercato che si diversificherà rispetto ad altri per il costo. Sul web sono apparse le prime foto spia di un prototipo, n modello elettrico da corsa, che è stato sottoposto ai test di Renault Sport su un lago ghiacciato che si trova vicino al Circolo Polare Artico.

Rispetto alla Dacista standard “tradizionale”, l’elettrica travestita da sportiva sembra più larga, con sedili da corsa e pneumatici chiodati, roll-bar e pinze freno Brembo all’anteriore e Renault Alpine al posteriore.

Il brand da sempre si è fatto notare per prodotto low-cost e il SUV elettrico potrebbe essere il primo di questo tipo intorno ai 17.000 euro, cifra vicina ai 18mila euro dell’elettrica attualmente meno costosa, Citroen C-zero, la city car a propulsione integralmente elettrica. Tenendo conto del cosiddetto “ecobonus”, il prezzo effettivo della vettura potrebbe arrivare a 11.000 euro, prezzo di lancio dell’originale Duster. Considerando optional vari si arriverebbe a 15.000 euro, il prezzo che renderebbe il veicolo comunque molto appetibile. Un primo concept potrebbe essere visibile già a settembre, al prossimo Salone di Francoforte.