Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Apple Watch » La nuova collezione di bracciali e cinturini Apple Watch, le fotogallerie

La nuova collezione di bracciali e cinturini Apple Watch, le fotogallerie

Al lancio di Apple Watch erano presenti numerosi giornalisti del settore moda e successivamente Apple ha coinvolto sempre una rappresentanza dei colleghi che fanno parte del mercato fashion. Anche una delle prime ostensioni pubbliche di Apple Watch è avvenuta a Milano, in una delle location nostrane tipiche per moda, design e tutto il demi-monde che vi è connesso.

cintutini apple watch apr16 10
Apple pareva aver avviato una iniziativa di marketing per il lancio del suo prodotto sinora più distante dalla gamma di computer, tablet e smartphone che negli anni ha realizzato, ma in realtà si stava muovendo in modo strategico e non solo tattico. Tanto che, mentre vengono ristrutturati uno dopo l’altro gli Apple Store per trasformarli sempre più in templi del design post-PC dalle “chiese del Mac” che sono stati finora, inizia anche una modulazione diversa dei prodotti. In particolare degli accessori, che diventano vere e proprie collezioni primavera-estate (a cui probabilmente farà seguito anche l’immancabile autunno-inverno). Non temete, Macity non diventerà un sito per aspiranti modiste, ma dobbiamo comunque fare di conto con un cambiamento di realtà che va interpretato. A partire dai cinturini e dai bracciali degli orologi di Apple.

Il retroscena dei cinturini di Apple
Apple ha continuato a lavorare sui suoi accessori preferiti per Apple Watch perché ha capito che gli utenti amano cambiarli. Non è una moda che viene da settori di moda “al femminile”: oltre agli accessori classici per l’abbigliamento, infatti, proprio nell’orologeria ci sono due esempi lampanti di quanto l’accessorio possa fare la differenza. Il primo viene dal genio di Nicolas Hayek, che, chiamato a fare il liquidatore di società di alta orologeria decotte dalla concorrenza dei giapponesi con gli orologi al quarzo, ebbe l’intuizione di combattere il “nemico” con le sue stesse armi e nel 1983 lanciò la Swatch, con una prima collezione di dodici modelli prezzati tra i quaranta e i cinquanta franchi svizzeri dell’epoca. Marketing e prodotti molto economici ma vivaci e modaioli fecero superare il traguardo del milione di pezzi che Hayek si era dato: si è trattata di una delle rivoluzioni più significative del settore.

Andiano avanti, arriviamo più vicino ai giorni nostri e troviamo la fiorentina Panerai prima guidata da Dino Zei e poi venduta ai grandi del lusso franco-svizzeri che ancora la posseggono. Orologi importanti, fortemente maschili, dal prezzo elevato (oggi si entra nel mondo Panerai con almeno 10mila euro) e che hanno avuto come primo testimonial Sylvester Stallone nel pieno del successo di Rocky e Rambo. Ebbene, una delle particolarità più apprezzate dagli amanti degli orologi Panerai è proprio la possibilità di cambiare cinturino (se in pelle) o bracciale (se in metallo), anche se quest’ultimo nel mondo Panerai è meno diffuso. Risultato? È fiorita tutta una industria di produttori di cinturini in pelle di varie fogge e colori che vengono venduti dai duecento euro in su.

Quando Apple ha deciso di entrare nel settore dell’orologeria si è presa il suo tempo ed ha ascoltato molto. Per questo gli Apple Watch, nonostante siano alla fine dei piccoli computerini destinati a una obsolescenza quasi istantanea rispetto al ciclo di vita praticamente secolare di un cronometro da polso, sono in realtà pensati, costruiti e presentati come se fossero davvero “veri” orologi”. Dalla qualità della cassa alla razionalità delle soluzioni sino all’accessorio per eccellenza, cioè il cinturino o il bracciale. Certo, magari la prima generazione di Apple Watch è ancora sulla strada del miglioramento con un eccesso di funzioni che devono in futuro diventare più semplici e intuitive, ma sicuramente la modalità per metterli al polso è stata azzeccata fin da subito.

La collezione cinturini Apple Watch primavera-estate 2016
Apple ha lanciato durante l’evento degli iPad Pro 9,7 e dell’iPhone SE anche i suoi nuovi cinturini. L’orologio rimane lo stesso, cambia il suo accessorio. Arriva una tipologia nuova di cinturini, si ampliano i colori a disposizione dei modelli classici in elastomero e in pelle.

Vediamo prima la novità, che peraltro è quella già al polso del cronista. Si tratta di una serie di cinque nuovi cinturini in nylon tessuto a quadruplo strato che sono una benedizione per l’estate ormai imminente. Infatti il nylon ha non solo caratteristiche di resistenza notevole ma anche un ottimo rapporto con l’acqua (sia salmastra che di piscina o della doccia e anche con il sudore), con la sabbia e soprattutto con il sole. Quindi, un cinturino elegante e vivace, con un mix di colori abbastanza visibili (ma c’è anche il modello nero ma si notano di più quello celeste, quello rosa e quello giallo) che serve per il tempo libero anche se può avere tranquillamente un uso “professionale”. Chi scrive utilizza quotidianamente un Apple Watch 42mm color argento e ha trovato più che gradevole l’accostamento con il colore “perla”. La dizione del cinturino è infatti Nylon Band Pearl con fibbia in acciaio inossidabile anallergico.

La fibbia è la stessa del modello in pelle “classico”, che Apple ha rinnovato aggiungendo anche qui vari colori. Abbiamo provato sia la versione rossa che quella in nero, entrambe eleganti e ben adatte a un uso meno sportivo dell’orologio. Più per l’ufficio o per la sera che non per la spiaggia, insomma.

Da notare, ma abbiamo potuto provarla solo brevemente, che Apple ha lanciato anche l’attesa versione in maglia milanese (uno dei bracciali dal costo medio-alto più amati dagli utenti) nella versione nera che finalmente affianca quella acciaio disponibile finora. Nel mercato delle repliche di terze parti questo particolare design fa furore e deve il suo nome al lavoro degli orafi milanesi di quasi un secolo fa.

Ancora, Apple ha aggiunto anche nuovi cinturini “sport”, che hanno il prezzo più popolare e sono decisamente molto diffusi. Chi scrive l’estate scorsa ha utilizzato la versione bianca e poi quella rosso scura (Red Product) che era stata lanciata in autunno. La versione bianca ha sofferto particolarmente la luce forte dell’estate e lo sporco, mentre la rossa ha dato le maggiori soddisfazioni. Di quella generazione la blu scuro comunque è probabilmente una delle più belle in assoluto assieme alla verde elettrico.

In totale, se abbiamo fatto bene i conti, Apple ha aggiunto 12 cinturini Apple Watch portando il totale a 38 (ne ha ritirati alcuni dalla produzione, proprio come fanno le case di moda con le vecchie collezioni) e ha dimostrato che per Cupertino l’orologio è un oggetto destinato ad avere molto senso. Anche perché, con un terzo dei clienti che comprano almeno un secondo se non un terzo cinturino, il flusso di denaro può diventare davvero significativo.

cinturini apple watch dini 20

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto pazzesco del 22% per iPhone 14 da 256 GB, solo 899€

iPhone 14 128 GB, sconto del 20% e prezzo di solo 699€

Su Amazon torna in sconto e al minimo di sempre l'iPhone 14 nel taglio da 128 GB. Lo pagate 699 € invece che 870 € in quasi tutti i colori

Ultimi articoli

Pubblicità