Home Recensioni La prova di FromScratch, l’editor super-minimalista per Mac, PC e Linux

La prova di FromScratch, l’editor super-minimalista per Mac, PC e Linux

Avete l’urgenza di un appunto? Il desiderio di buttare giù una nota, una lista di cose da fare, una serie di frasi che serve tenere lì, a futura memoria? Allora FromScratch è il pezzetto di software che fa per voi.
Si tratta di una app open source multipiattaforma (Mac, Win e Linux), che si scarica direttamente dal sito del produttore, e che porta il minimalismo della scrittura su Mac a un altro livello. L’abbiamo provata, ma molto brevemente perché in effetti c’è davvero poco da dire: la funzione è minima, una lama che taglia tutto quello che non è essenziale. A partire dal numero delle finestre.

Come è fatto
Abbiamo già visto in passato altri software minialisti di scrittura. Minimal non vuol dire meno potente: solo che mancano i fronzoli di una scrittura più barocca. Si punta all’essenziale, al testo e niente altro. Viene in mente iA Writer, della cui versione classica abbiamo parlato l’ultima volta qui. Ma qui siamo ancora più all’essenziale. FromScratch non ha la possibilità di aprire nuove finestre, né ha alcun menu con il quale interagire se non i canonici taglia-copia-incolla e seleziona tutto. Quindi non si può scegliere il font né ovviamente cambiarne la dimensione o altro.

FromScratch 1
Non c’è poi bisogno di salvare perché la mono-finestra a font invariante (anche se portata a tutto schermo) ha il suo sfondo blu-verde scuro anche questo che non può essere cambiato, con i caratteri che hanno a loro volta una sfumatura di grigio non mutabile. Il font scelto dall’autore è il “Fira Code” che consente di creare piacevoli frecce doppie e triple unendo trattino, uguale e segno di maggiore, tipo queste: -> o =>.
Inoltre c’è la possibilità di fare un minimo di manipolazione del testo “shell style” con tre comandi da tastiera: ctrl+up per alzare una riga verso l’alto o, con ctrl+down, muoverla verso il basso, e cancellarla con ctrl+d.

Come funziona
L’utilità di questo foglio per gli appunti è di essere sempre a disposizione per segnare qualcosa. Non siamo davanti a un software sofisticato e il fatto che sia gratuito è la cosa che lo rende accettabile: se fosse stato necessario pagare anche 99 centesimi per questa realizzazione, lo sconsiglieremmo fortemente
Invece, ha una sua possibile utilità. Proprio il colore e il font particolari lo rendono adatto ad acchiappare il testo senza alcuna intermediazione. Si salva automaticamente tutto. Il flusso è continuo, e se si scende a patti con le sue “limitazioni”, diventa uno strumento anche potente. La cosa importante è di non chiedergli qualcosa di più di quel che è stato pensato per fare: non è TextWrangler (la versione gratuita di BBEDit) né uno dei software di videoscrittura o note-pad che negli anni sono diventati fondamentali per strutturare i dati.

FromScratch 2
Qui la cosa è diversa: FromScratch non consente di salvare né fa vedere dove tiene materialmente la singola pagina di testo che crea. Tuttavia tutto è salvato sempre, e ogni singolo tasto che premiamo sulla tastiera genera automaticamente il salvataggio del file. Siamo davanti insomma a uno strumento essenziale, che permette di fare bene una cosa e ci lascia la libertà e la sicurezza che quella cosa venga sempre eseguita. Non è poco, se quello è il nostro obiettivo.

Come tutti i blocchi per gli appuntacci, serve poi esportare il testo verso altre destinazioni (se questo è l’uso che abbiamo di ScratchPad) oppure può essere una lista di cose da fare che teniamo aggiornata cancellando man mano quelle fatte. Essenziale ma funzionale. Quando si chiude il programma tutto scompare ma niente paura, perché al prossimo avvio viene caricata ovviamente l’unica finestra disponibile che contiene quel che scrivevamo prima.

Conclusioni
Senza dubbio un software “estremo” ma interessante. Lo abbiamo provato per qualche giorno con soddisfazione e, passato il momento della novità, è comunque rimasto a disposizione per fare cose decisamente efficaci. Se non si fraintende l’utilizzo e se si considerano le sue limitazioni come delle funzionalità, è possibile definirlo uno strumento molto usabile e anche versatile. Certo, è davvero essenziale…

Pro
Essenziale
Sicuro e stabile

Contro
Troppo essenziale…

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,808FollowerSegui