fbpx
Home ViaggiareSmart L'elettrica BMW Vision iNEXT diventa BMW iX

L’elettrica BMW Vision iNEXT diventa BMW iX

La BMW Vision iNEXT diventa la BMW iX. Con un anno in anticipo sul lancio sul mercato previsto per la fine del 2021, il BMW Group mostra un primo sguardo sulla futura BMW iX, che è attualmente in fase di sviluppo per la produzione in serie.

La BMW iX è il primo modello basato su un nuovo insieme tecnologico modulare e scalabile incentrato su una nuova interpretazione di design, sostenibilità, piacere di guida, versatilità e lusso.

Concepito fin dall’inizio per la mobilità esclusivamente elettrica, l’iX vede BMW ridefinire il concetto di Sports Activity Vehicle (SAV). Con il suo design rinnovato e minimalista, la BMW iX è il primo rappresentante di una generazione di auto che promette di ridefinire l’esperienza di guida, la sensazione di spazio interno e il rapporto tra il veicolo e i passeggeri.

BMW iX sfrutta le ultime innovazioni nei settori dell’elettrificazione, della guida automatizzata e della connettività.

La BMW Vision iNEXT diventa la BMW iX

Il produttore riferisce che la vettura è stata creata per offrire “qualità della vita e benessere al guidatore e ai passeggeri”. Il design dell’esterno e chiaro e minimalista; gli interni prevedono opzioni che consentono ai passeggeri di utilizzare il tempo durante un viaggio e godersi relax.

La BMW iX entrerà in produzione nello stabilimento BMW di Dingolfing dalla seconda metà del 2021. Il produttoe evidenzia peculiarità della vettura come l’aerodinamica ottimizzata, il lightweight design e l’uso estensivo di materiali naturali e riciclati, che dovrebbero contirnuiare a creare senso di lusso e una sensazione di benessere a bordo.

La vettura sfrutta la quinta generazione della tecnologia BMW eDrive – che comprende i due motori elettrici, l’elettronica di potenza, la tecnologia di ricarica e la batteria ad alto voltaggio.. Il propulsore è stato prodotto in modo sostenibile senza l’uso di materie prime critiche note come terre rare e, secondo i calcoli più recenti, svilupperà una potenza massima di oltre 370 kW / 500 CV. Ciò sarà sufficiente per accelerare la BMW iX da 0 a 100 km/h (62 mph) in meno di 5,0 secondi.

La BMW Vision iNEXT diventa la BMW iX

Ooiettivo del veicolo è quello di registrare un consumo di energia elettrica combinato eccezionalmente basso per il suo segmento di meno di 21 kWh per 100 chilometri (62 miglia) nel ciclo di prova WLTP. Un contenuto energetico lordo di oltre 100 kWh dovrebbe consentire alla batteria ad alta tensione di ultima generazione di ottenere un’autonomia di oltre 600 chilometri nel ciclo WLTP. Ciò equivale a più di 300 miglia secondo la procedura di test FTP-75 dell’EPA (tutti valori previsti basati sull’attuale fase di sviluppo dell’auto).

La tecnologia di ricarica della BMW iX consente la ricarica rapida CC fino a 200 kW. In questo modo, la batteria può essere caricata dal 10 all’80% della sua piena capacità in meno di 40 minuti. Inoltre, entro dieci minuti è possibile immettere nella batteria energia sufficiente per aumentare l’autonomia dell’auto di oltre 120 chilometri (75 miglia). Sono necessarie meno di undici ore per caricare la batteria ad alta tensione dallo 0 al 100 percento a 11 kW da una Wallbox.

La BMW Vision iNEXT diventa la BMW iX

L’esterno della BMW iX rappresenta una rivisitazione distintiva delle possenti proporzioni di una grande BMW SAV. La BMW iX è paragonabile in lunghezza e larghezza alla BMW X5 ed è quasi la stessa altezza della BMW X6 con una linea del tetto fluente. La dimensione delle sue ruote, nel frattempo, ricorda la BMW X7.

Al centro del frontale si trova la griglia a doppio rene prominente, sviluppata verticalmente. Poiché il sistema di propulsione elettrico della BMW iX richiede solo una piccola quantità di aria di raffreddamento, la griglia è completamente chiusa. Il suo ruolo è diventato digitale con funzione di pannello intelligente. La tecnologia della telecamera, le funzioni radar e altri sensori sono integrati nella griglia dietro una superficie trasparente.

I punti salienti del design esterno comprendono anche i gruppi ottici più sottili mai montati su un modello BMW prodotto in serie, le maniglie a filo (azionabili con la pressione di un pulsante), i finestrini laterali senza telaio, il portellone – che non ha giunti di separazione e si estende su tutta la parte posteriore – così come le luci posteriori estremamente sottili.

La BMW Vision iNEXT diventa la BMW iX

La griglia del doppio rene BMW non è l’unico esempio di come il principio della “tecnologia discreta” sia stato integrato nel design della BMW iX: anche una serie di altre telecamere e sensori sono posizionati con discrezione, le maniglie sono a filo, il bocchettone di rifornimento per il liquido lavavetri è nascosto sotto il logo BMW sul cofano e la telecamera posteriore è stata integrata nel logo BMW sul portellone. La tecnologia rimane invisibile e diventa evidente solo quando le funzioni vengono chiamate in azione.

L’interno vanTa un elevato livello di abitabilità, una miscela di materiali di alta qualità, sedili di nuova concezione con poggiatesta integrati e un ampio tetto panoramico in vetro.

I display ed i comandi sono tutti ridotti all’essenziale. L’approccio tecnologico discreto per gli interni può essere osservato in una serie di caratteristiche, tra cui gli invisibili altoparlanti integrati, le fini bocchette di ventilazione, le superfici riscaldate e l’incasso discreto del proiettore dell’Head-Up Display nel pannello degli strumenti.

La BMW Vision iNEXT diventa la BMW iX

La struttura del corpo vettura, caratterizzata da uno spaceframe in alluminio e un’innovativa gabbia in carbonio, può vantare una rigidità torsionale estremamente elevata, che a sua volta migliora l’agilità e massimizza la protezione degli occupanti, riducendo al minimo il peso.

Il produttore riferisce che sfruttare appieno i vantaggi forniti dal sistema di trazione completamente elettrico e implementare soluzioni collaudate nel passato nella parte anteriore dell’auto, nella sezione del sottoscocca, nelle ruote e nella parte posteriore conferisce alla BMW iX un’aerodinamica ottimizzata che ha un effetto positivo sia sulle prestazioni che sull’autonomia del SAV puramente elettrico. La BMW iX vanta un’aerodinamica eccezionale per la sua classe, con un coefficiente di resistenza aerodinamica (Cd) di solo 0,25.


Su Macitynet trovate tutte le notizie sulle innovazioni per auto e mobilità smart nella nostra sezione ViaggiareSmart.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,964FansMi piace
93,791FollowerSegui