Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » macOS erode quote di Windows da oltre 10 anni

macOS erode quote di Windows da oltre 10 anni

Pubblicità

Windows è da sempre il sistema operativo predominante a livello globale tra i sistemi desktop, installato di serie nei PC venduti da produttori quali Dell, HP, Acer, Lenovo, e tantissimi altri marchi: anche se il predominio di Windows prosegue la tendenza è in forte calo in USA, viceversa macOS – e da qualche tempo anche Chrome OS – continuano a rosicchiare quote di mercato.

Secondo dati di Statcounter elaborati da GlobalStats, Windows vanta ora negli USA il market share globale più basso di sempre, pari al 57,37%, in deciso calo rispetto al 92,37% di gennaio 2009. Il trend non sembra mostrare segni di cambiamento e si prevede che Windows perderà ulteriori quote di mercato nel 2023.

Il market share di macOS è più forte che mai

La rapida riduzione delle quote di mercato è merito di concorrenti quali macOS di Apple e Chrome OS di Google. A febbraio 2023 Windows vanta negli USA un market share del 57,37% nel mercato dei sistemi operativi desktop, macOS arriva al 29,62% e ChromeOS al 7,47; seguono poi Linux con il 2,55% e altri sistemi operativi vari con il 2,97%. Interessante notare che macOS sembra crescere più di prima da quando sono arrivati i Mac con CPU Apple Silicon.

A livello globale la situazione è però molto diversa dagli USA: sempre secondo i dati di StatCounter nel mondo macOS ha una quota di mercato del 16,26% mentre Windows domina con il 71,78%. La percentuale di Microsoft è enorme ma occorre valutare due differenze fondamentali.macOS erode quote di Windows da oltre 10 anni

Innanzitutto Microsoft installa Windows in portatili, notebook e anche computer convertibili 2 in uno che fungono anche da tablet. Al contrario Apple ha macOS in desktop e portatili, iPadOS per tablet e iOS per iPhone: se si sommano Mac e iPad, e questo potrebbe succedere se arrivasse davvero il primo ibrido Mac iPad indicato dalle anticipazioni per il 2025, i rapporti di forza tra sistemi operativi Apple e Microsoft sarebbe molto diverso, come lo è già in realtà.

La seconda differenza fondamentale è che anche a livello globale Microsoft registra quote di mercato in diminuzione per Windows, mentre macOS continua a crescere e secondo la stragrande maggioranza degli analisti queste tendenze proseguiranno nel 2023 e anche negli anni seguenti, questo anche grazie ad Apple Silicon.

Microsoft ovviamente non dorme: si vocifera che sta preparando Windows 12, sistema nel quale vedremo probabilmente integrate di serie funzionalità di AI legate a ChatGPT e Bing.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Minimo per MacBook Air M2 15 pollici, solo 1291 €

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 256 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 358 euro meno del nuovo modello, solo 1291€
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità