fbpx
HomeHi-TechAudio / Video / TV / StreamingMicrosoft Wireless Mobile Mouse 1850 alla prova: con Mac, PC e… smart...

Microsoft Wireless Mobile Mouse 1850 alla prova: con Mac, PC e… smart TV

Computer dotati di trackpad, TV intelligenti con controller evoluti con a bordo microfoni e sistemi di riconoscimento di gesture ma a molti degli utenti tradizionali non basta la tecnologia touch e si trovano ad aver bisogno di un classico mouse che se anche non sarà il sistema di puntamento principale può rappresentare una comodità in più ed un accesso in alcuni casi anche più rapido di telecomandi con “airmouse” o sistemi di puntamento molti basilari in dotazione alle smart tv.

Il Microsoft Wireless Mobile Mouse 1850 è un prodotto tuttofare ed economico ma allo stesso tempo versatile e facile da usare. Arriva in una confezione blister bianca e rossa con una finestra trasparente che mostra le sue dimensioni finali e che permette anche un test di adattamento alla cavità del vostro palmo prima dell’acquisto.

Il mouse, comodo anche per i mancini è completamente simmetrico ed ha una curva che si alza leggermente nella parte posteriore: questo tipo di forma è adatta a chi usa il puntatore da in piedi o con il braccio esteso magari avendo parecchio spazio a disposizione sulla scrivania, come vedrete poi è pure comodo da utilizzare sul divano se avete un bracciolo abbastanza largo.

Collegamento!

Tornando alla confezione: la confezione a “cuneo” è molto simpativa e si apre facilmente ed è comporta da materiale facilmente riciclabile: la parte interna contiene anche quattro immagini con le “Istruzioni” di funzionamento che prevedono l’apertulra del vano batteria, l’inserimento della alcalina AA Duracell in dotazione e l’estrazione del minuscolo ricevitore wireless che inserirete in una presa USB del dispositivo da collegare.

L’ultima operazione da compiere è l’accessione con l’apposito interrutore a scorrimento: a questo punto l’accensione della luce rossa nella parte inferiore vi farà capire che il mouse è pronto all’uso.

Inutile dire che non ha bisogno di driver su PC ma anche su Mac con OS X 10.7 o superiore fino a Mavericks (tutti i sistemi che siamo riusciti a testare) il mouse viene visto senza problemi con le funzionalità immediate di tasto sinistro, destro, rotella di scorrimento e funzione Exposè che si ottiene premendo la rotella centrale come se fosse un tasto. Ovviamente da preferenze di sistema si potrà configurare il mouse anche per i mancini scegliendo quale dei due tasti è il principale e regolando parametri come la velocità del doppio clic, del puntatore e la velocità di scorrimento della rotella.[/colored_box]

Il mouse va in TV

Ma oltre ai tradizionali computer il mouse pò diventare un comodo accessorio anche di TV sempre più smart o di set top box come le chiavette Android di varia fattura: tutti questi dispositivi dispongono di prese USB che nei TV più recenti permettono il collegamento di una tastiera o di un mouse. Noi abbiamo effettuato il nostro test con tre device diversi: una smart TV LG con il software del 2012, una smart key Android 4.0 e una recentissima TV Box Android 4.4.2 di cui vi parleremo in un articolo a parte.

Il mouse viene immediatamente visto dai 3 dispositivi e mentre sulle TV Android questo non è una sorpresa visto che la gestione dei controller esterni è da anni prevista nel sistema operativo, ci siamo un po’ stupiti della comodità d’uso del mouse per utilizzare la navigazione web con il browser incluso nella smart TV, molto più comodo del Magic Remote in dotazione che costringe a selezionare lettere e bottoni con il braccio sollevato invece di appoggialo comodamente sul bracciolo della poltrona o addirittura sul cuscino a fianco a noi. Il telecomando tradizionale servità sempre per la selezione degli ingressi e alcune regolazioni ma durante l’accesso al web potete utilizzare il mouse per spostarvi, selezionare e scrivere sulla tastiera virtuale più facilmente che con altri puntatori. La rotellina funziona anche da selettore (+/-) dei canali e lo fa con efficienza inaspettata.

La parte inferiore del mouse con due ampie “parentesi” sul fronte e retro per lo scorrimento e il led ottico permettono spostamenti comodi e tracciamento senza problemi su qualsiasi superficie (tappeti, scrivanie e come gia’ detto, anche stoffe di divani). Il peso ridotto (90 Grammi con tanto di batteria e ricevitore dalle dimensioni lillipuziane) ne fa un buon compagno di viaggio da portare nel vostro zaino e la batteria, con un durata prevista di 6 mesi è ovviamente sostituibile con facilità perchè acquistabile ovunque.

[colored_box color=”green”]

Pro

  • Prezzo, basso
  • Adatto anche a mancini,
  • Compatibiità immediata con Windows 7 o superiore, OS 10.7 o superiore, Android 3.0 o superiore e smart TV recenti,
  • Leggero[/colored_box]

[colored_box color=”red”]

Contro

  • Il profilo superiore leggermente ribassato ne sconsiglia l’uso continuo per lavoro per mani di dimensioni medie o grandi

[/colored_box]

[colored_box color=”grey”]

Conclusioni

A 18.50 euro o ancora meglio a circa 15.50 Euro nelle offerte online si tratta di un prodotto economico e funzionale adatto a chi usa il mouse in mobilità o in relax. Per chi fa un uso continuato ci sono soluzioni più ergonomicamente corrette (ne vedremo altre anche di Microsoft nei prossimi giorni) e che non occupano una porta USB grazie a Bluetooth ma il 1850 è un ottimo mouse generico e pronto sempre all’uso con qualunque computer, chiavetta e smart TV prodotto negli ultimi 3-4 anni.[/colored_box]

Prezzo al Pubblico

Si può trovare a prezzi che vanno dai 15.50 ai 18.50 Euro (ufficiali) nei negozi specializzati e nella grande distribuzione e pure online.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial