fbpx
Home Macity Eventi Milan Games Week 2018: il futuro dei computer è nei giochi (e...

Milan Games Week 2018: il futuro dei computer è nei giochi (e su Netflix)?

Anche quest’anno si è conclusa Games Week 2018, svoltasi a Milano Fiere, con una affluenza di 162.000 visitatori, che corrisponde a una crescita del 10% rispetto all’anno scorso, certificando un trend di crescita per tutto il mercato videoludico.

In effetti a guardare le statistiche si capisce che il mondo dei videogiochi rappresenta oggi in Italia, ma ancora di più in molte parti del mondo, un trend importante sia nei numeri (1,5 miliardi di euro in Italia nel 2017 e in continua crescita quest’anno) che nel fenomeno di costume.

Gamesweek 2018: il futuro dei computer è nei giochi (e su Netflix)?
Un torneo di League of Legends: questi nuovi eSport sono sempre più diffusi e riescono a catalizzare l’attenzione di moltissimi utenti, come si trattasse di uno sport reale

Se dieci o venti anni fa gli idoli più famosi delle fasce d’età più giovani erano cantanti o personaggi televisivi, ad oggi sono Streamer di YouTube o ancora di più di Twitch, la piattaforma per lo streaming dei videogiochi più in voga del momento, noi di Macitynet ne abbiamo parlato qui, in occasione del lancio delle cuffie Cloud Revolver S di HyperX.

Trend positivo

Un trend positivo che sa molto di aria fresca per un settore, quello del computer e di conseguenza anche per tutti gli accessori, che è in continua difficoltà da diversi anni, con perdita di terreno a favore del mobile e delle console.

Nel mondo dei videogiochi questo problema sembra non esserci, con numeri sempre positivi e partecipazione di massa continua: e se si pensa che questo riguardi solo i più giovani basta una visita a una fiera come Games Week per capire che in questo mondo ci sono tutti, giovani e vecchi, maschi e femmine.

Senza contare poi che molti, moltissimi marchi oggi concentrano la maggior parte delle tecnologie a favore del mondo dei videogiochi: brand come Razer, Logitech, HyperX, SteelSeries, HP (con Omen) e Dell (con AlienWare) puntano oggi moltissimo su questo mercato e spesso i prodotti di punta sono dedicati proprio al mondo dei videogiochi.

Il ruolo di Gamesweek

Il ruolo di Games Week in Italia è molto importante, perchè centralizza un trend in un ritrovo che è divenuto oramai consuetudine, dove computer, mobile e console trovano il loro punto d’incontro per interviste, novità, prove, tornei e tanto folklore.

Gamesweek 2018: il futuro dei computer è nei giochi (e su Netflix)?
Una delle nuove Star del web: Daniele “IcePrinsipe” Paolucci, campione europeo di FIFA nel 2017

Paolo Chisari, Presidente AESVI, commenta gli ottimi risultati di questa edizione di Milan Games Week «Questo è stato per noi l’anno della conferma di quanto questa manifestazione sia arrivata ad avere un respiro internazionale, grazie alle numerose attività che si sono tenute dedicate a grandi e piccini, alla presenza di ospiti rilevanti del mondo del gaming e non solo, a uno spettacolare terzo padiglione dedicato agli esports e a spazi più ampi e tecnologici adeguati a un evento in continua crescita. Il successo di Milan Games Week va di pari passo con l’andamento del mercato, che registra anno su anno trend positivi e attrae sempre più appassionati di tutte le età».

Grandissima l’affluenza nelle aree tematiche dedicate alle attività per famiglie e bambini, alle sfilate cosplay, al retrogaming e alla game art. Si riconferma infine il successo dell’area dedicata agli studi di sviluppo indipendenti di videogiochi con 59 tra i più promettenti titoli realizzati in Italia.

Gamesweek e dintorni: Netflix presenta Daredevil

Gamesweek è stata l’occasione anche per Netflix per presentare la nuova stagione di Daredevil, serie TV originale tratta dal famoso fumetto Marvel in arrivo dal 19 ottobre.

La presentazione era condita dalla presenza di Charlie Cox (l’attore che interpreta Matt Murdock) e lo showrunner Erik Oleson, che hanno intrattenuto i fan durante la Gamesweek chiacchierando su alcuni aspetti del loro lavoro con il supereroe Marvel e dando qualche punto di vista personale sulla nuova stagione in arrivo.

Entrambi divenuti oramai fan del fumetto (Charlie ha ammesso che ha iniziato a leggerlo quando studiava per la parte), nel caso di Erik Oleson l’ispirazione di molte parti della storia tra spunto proprio dalle pagine Marvel e ovviamente dalle saghe più importanti, come la bellissima “Born Again” oppure “Year One”.

Tra l’altro la nuova stagione vedrà Charlie Cox abbandonare temporaneamente l’iconico costume rosso a favore del più crudo e basilare costume nero che Charlie ha definito “assolutamente più comodo” per motivi che non vogliamo anticipare più di tanto ma che sono legati (anche) alla presenza di uno dei due cattivi, Bullseye (Wilson Bethel), oltre allo storico Kingpin (Vincent D’Onofrio).

Offerte Speciali

Apple Watch 5 GPS+Cellular, sconto su Amazon

Su Amazon Apple Watch 5 con rete cellulare è in sconto. La versione alluminio rosa a quasi 45 euro in meno del prezzo di mercato
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,431FansMi piace
95,288FollowerSegui