Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Minacce a politici irlandesi per il data center Apple di Athenry

Minacce a politici irlandesi per il data center Apple di Athenry

I politici che avevano appoggiato il piano di Apple per creare un data center ad Athenry (cittadina della contea di Galway, nella Repubblica d’Irlanda), hanno ricevuto lettere che paventano minacce alle loro famiglie se non si vedranno entro Natale progressi in merito alla location ora abbandonata da Apple.

Gabriel Connolly, assessore del Galway Council, ha riferito all’Irish Independent che lui, la collega consigliere Shelly Herterich Quinn e altri rappresentanti hanno ricevuto un’inquietante lettera anonima scritta a macchina nella quale si legge: “La popolazione di Athenry ha aspettato abbastanza Apple. Può avere pazienza infinita ma io non he ho. Portate qui Apple per Natale o accadranno delle cose a voi e alle vostre famiglie. Potete vederla come una minaccia vana ma chi ve lo fa fare di rischiare?”. “Ricordate: voi non mi conoscete quando passo per strada, ma io vi conosco e scoprirò chi sono le vostre famiglie”.

Connolly riferisce di essere disgustato dalla lettera e ipotizza possa essere scritta da qualche malato di mente, aggiungendo che non si fa intimidire da nessuno.

Minacce ad alcuni politici irlandesi per la decisione di Apple di abbandonare il data center di Athenry
Foto: techerati.com

Lo scorso anno Apple ha abbandonato il progetto per la creazione del grande data center dopo un procedimento giudiziario che si è prolungato per tre anni. Dopo avere rivelato l’intenzione di aprire un data center nel febbraio del 2015, la Mela si è dovuta scontrare con forti reazioni negative da parte di cittadini locali ed esperti che avevano criticato i requisiti energetici del data center e l’impatto sulla fauna locale.

Apple aveva ricevuto il permesso di progettazione da parte del consiglio comunale nell’agosto del 2016 ma la decisione era finale spettava alla Corte Suprema, tirata in ballo da due abitanti della zona e anche da uno storico gold club. Nonostante la vittoria di Apple, alcuni abitanti avevano cercato di impugnare la decisione presso la Corte Suprema irlandese e la Mela ha abbandonato il progetto. I dirigenti Apple, stanchi probabilmente della situazione che si è venuta a creare, a ottobre a quanto pare hanno messo in vendita la location dove doveva sorgere la struttura, pagata 15 milioni di sterline.

Apple aveva difeso l’ecosostenibilità del data center in Irlanda, spiegando che i nuovi impianti avrebbero utilizzato sin da subito il 100% di energia da fonti rinnovabili e pulite. L’azienda si era inoltre impegnata a collaborare con partner locali per sviluppare ulteriori progetti legati alle rinnovabili, per sfruttare l’energia eolica e altre fonti per fornire energia in futuro. Per queste strutture, Apple aveva indicato il più basso impatto ambientale di tutti i Data Center costruiti finora. Non potendo sviluppare il progetto in Irlanda, Apple lo scorso anno ha annunciato l’apertura di un secondo data center in Danimarca.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità