Home iOS AppleTV Nuova Apple TV «Sarà una revisione significativa»

Nuova Apple TV «Sarà una revisione significativa»

Da anni sentiamo parlare di una nuova Apple TV: anche se non sarà la televisione della Mela che molti speravano, si tratterà di una “Revisione significativa” come riportato fin da marzo dalle indiscrezioni via Internet. La revisione di Apple, che si fa attendere fin dal 2012, data di rilascio della versione attuale di Apple TV, promette di introdurre novità sostanziali sotto ogni punto di vista: hardware, software e contenuti.

Per quanto riguarda l’hardware è attesa una configurazione basata sul processore Apple A8, lo stesso degli iPhone 6, con un quantitativo maggiore di RAM, ma sembra che Apple non sia interessata a integrare il supporto per il 4K, considerato troppo esigente e costoso in termini di banda e usufruibile solo per un ristretto numero utenti in possesso di TV 4K. La nuova Apple TV dovrebbe essere accompagnata da un telecomando finalmente rivisto, più spesso, con solamente due tasti e controlli touch.

Anche l’interfaccia di Apple TV risente degli anni trascorsi, ragione per cui è atteso un refresh sostanziale che allineerà anche la streaming TV di Apple con gli altri dispositivi iOS. Il ruolo di Apple TV nella visione smart home di Apple dovrebbe finalmente concretizzarsi con l’inclusione della tecnologia HomeKit, di fatto rendendo Apple TV come il nodo centrale della casa connessa. Da anni è attesa l’introduzione di un App Store dedicato ad Apple TV aprendo piattaforma e sviluppo di terze parti per app ad hoc per il grande schermo. Rimane sempre la speranza che Apple possa offrire anche un gamepad o un controller per giochi per l’esecuzione direttamente sulla TV del salotto.

nuova apple tv

Negli USA circolano da tempo numerose indiscrezioni sui possibili contenuti che Apple includerà nel pacchetto, sempre più necessari per affrontare l’agguerrita concorrenza di Roku, Amazon TV, Sling TV oltre che delle soluzioni video e film presenti su Xbox e Playstation. Tra le opzioni più gettonate quella di un pacchetto di canali in abbonamento mensile che permetterebbero agli utenti USA di accedere a stazioni storicamente proposte solo via cavo. Secondo altri, riportati da Cnet, Cupertino potrebbe includere anche un servizio di registrazione video digitale basato sul cloud, in cui le programmazioni scelte dall’utente verrebbero registrate su iCloud per la visione in un secondo tempo.

Infine un dettaglio che potrebbe essere passato inosservato a molti: analizzando la grafica del logo per la prossima conferenza mondiale degli sviluppatori WWDC 2015, alcuni ipotizzano che la forma quadrata con angoli smussati al centro sia proprio un richiamo alla Apple TV. ipotesi affascinante ma certamente da accogliere con cautela. Il keynote di apertura lavori si svolgerà l’8 giugno a San Francisco: da questo palco è attesa la presentazione di Apple TV e di tutte le altre novità Apple in campo OS X e iOS 9.
nuova apple tv wwdc 2015 620

Offerte Speciali

iPhone 12 al minimo Amazon: 849 € per il 128 GB, 779 € per il 64GB

iPhone 12 128G (quasi) al prezzo del Prime Day: 799€

In occasione del Prime Day Amazon aveva scontato come non ha mai fatto prima tutti gli iPhone 12. Ora li trovate ancora molto vicini a quel prezzo
Pubblicità
Pubblicità