Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone » Partite e app pirata, Agcom avvisa multe in arrivo agli utenti

Partite e app pirata, Agcom avvisa multe in arrivo agli utenti

Oltre al blocco rapido di siti e streaming illegali con Piracy Schield, la guerra per contrastare il pezzotto nel calcio e più in generale contro la pirateria, prevede anche misure impopolari come le multe agli utenti: l’avviso è di quelli che non possono essere ignorati, perché arriva da Massimiliano Capitanio Commissario Agcom.

Non è una sorpresa: fin dallo scorso anno sappiamo che la nuova legge anti pirateria rende più semplice individuare sia le fonti che i fruitori, quindi gli utenti, dei contenuti illegali, questo è possibile analizzando i dettagli dei pagamenti. In breve questa volta tutti rischiano di più, non solo le fonti ma anche gli utenti perché ora tutti sono più facilmente individuabili.

Nel suo post su LinkedIn il Commissario Agcom Massimiliano Capitanio ricorda che non sono in arrivo multe solo per gli utenti delle partite di calcio pirata, il cosiddetto pezzotto, ma anche per gli utenti che hanno scaricato app con contenuti illegali su Google Play Store, Apple App Store e anche nei negozi digitali Amazon.

Partite e app pirata, Agcom avvisa multe in arrivo agli utenti
Il post su LinkedIn del Commissario Agcom Massimiliano Capitanio

Chi fa business illegale finora ha fatto credere agli utenti che non succederà nulla, credenza maturata ngli anni con la facilità di accesso ai contenuti pirata e con la finora presunta impunità degli utenti finali. Ma grazie alla nuova legge ora le autorità possono accedere ai dati che permettono di rintracciare anche gli utenti di numerosi siti illegali che risultano spesso facilmente raggiungibili dai motori di ricerca.

Qui Il Commissario Agcom lancia una frecciata contro i principali motori di ricerca, che su questo fronte “Ancora non collaborano come dovrebbero”. Il nome non viene indicato, ma è evidente che si parla soprattutto di Google ma non solo.

Infine il Commissario Agcom indica come riferimento ed esempio la Spagna dove ora gli operatori di telefonia sono tenuti a fornire tutti i dati di collegamento ai propri server per poter rintracciare fonti e utenti di contenuti illegali e pirata.

Partite e app pirata, Agcom avvisa multe in arrivo agli utenti
Massimiliano Capitanio Commissario Agcom – foto Agcom

Insomma si prevedono tempi interessanti anche nella lotta per far valere diritti e copyright, un fronte incandescente anche nel campo dell’iintelligenza artificiale dove sono necessari ingenti quantità di dati per addestrare e migliorare modelli AI che ora tutti sembrano non poter più fare a meno.

Tutte le notizie sui servizi streaming per film, serie TV, musica e videogiochi sono disponibili in questa sezione di macitynet.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità