Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone » Per il CEO di Epic Apple deve essere fermata

Per il CEO di Epic Apple deve essere fermata

Un discorso al vetriolo quello che ha tenuto l’amministratore delegato di Epic Games, Tim Sweeney, durante una conferenza in Corea del Sud: mentre promuoveva la sua idea di app store universale per tutti i dispositivi, il CEO di Epic non ha infatti perso l’occasione per apostrofare Apple e Google, che per ovvie ragioni rappresentano i due principali punti di controllo di questo settore.

D’altronde si trovava a dire la sua durante la conferenza mondiale della Coalition for App Fairness, dove è proprio di questo che si è parlato. Quello di un ecosistema equo per la distribuzione delle applicazioni su smartphone e tablet è un po’ il centro del discorso di Epic Games da oltre un anno, cioè da quell’agosto del 2020 quando Apple bandì la sua applicazione di punta Fornite perché aveva introdotto un sistema di pagamento in-app alternativo a quello di Apple.

 

Oltre a intervenire alla conferenza, Sweeney ha parlato anche con la stampa locale, condividendo qualche dettaglio in più sul suo progetto di cui sopra. Sostanzialmente Epic starebbe lavorando con diversi sviluppatori e fornitori di servizi non specificati con l’intento di creare un negozio di applicazioni universale, un luogo in cui gli utenti possano «acquistare software sapendo che poi se lo ritroveranno su tutte le piattaforme».

Ed è in questo contesto che il CEO di Epic ha girato il dito nella piaga, affermando che «Apple blocca un miliardo di utenti all’interno di un unico negozio controllato da un unico processo di pagamento. Sta chiaramente rispettando le leggi straniere oppressive, che sorvegliano gli utenti e li privano dei loro diritti politici, ma sta anche ignorando le leggi approvate dalla democrazia coreana: Apple deve essere fermata».

ceo epic apple

 

Come dicevamo c’è stato spazio anche per dichiarazioni al vetriolo indirizzate a Google, che Tim Sweeney ha definito «pazza» per il suo sistema di commissioni (ricordiamo a tal proposito che la percentuale addebitata agli sviluppatori è stata ridimensionata al 15% a partire da luglio), ma anche per elogiare il Paese che già da fine agosto si è impegnato a combattere il monopoliodegli app store di Apple e Google con una legge. «Sono molto orgoglioso di oppormi a questi monopoli con voi: mi sento quasi di dire che da (questo punto di vista, ndr) sono coreano».

La diatriba di Epic Games contro Apple è iniziata con l‘introduzione in Fortnite di un sistema di pagamenti diretto vietato dalle regole di App Store, ma anche dal regolamento di Google Play Store: il gioco è stato espulso da entrambi i negozi digitali. Tutti gli sviluppi della vicenda sono disponibili da questa pagina.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità