fbpx
Home Hi-Tech Hardware e Periferiche Problemi con i chip Skylake avrebbero convinto Apple a dire addio a...

Problemi con i chip Skylake avrebbero convinto Apple a dire addio a Intel?

Apple ha riferito che la transizione dei Mac da macchine con CPU Intel a macchine con processori personalizzati “fatti in casa” è un processo iniziato da tempo, una idea nata dagli ottimi risultati ottenuti anni dopo anni perfezionando i SoC dell’azienda, con l’architettura scalabile e su misura per iPhone, iPad e Apple Watch.

Un ex ingegnere di Intel riferisce che la scelta di Apple di dire addio ai processori x86 per passare agli Apple Silicon è frutto anche del “pessimo controllo qualità” degli Skylake. François Piednoël, ex principal engineer di Intel, ha riferito al sito PC Gamer che il controllo qualità degli Skylake si è rivelato più che problematico. “È stato eccessivamente anomalo. Stavamo ricevendo troppi richiami per piccole cose all’interno di Skylake”.  “Sostanzialmente i nostri amici alla Apple erano diventati tra i primi a scroprire alcuni problemi nell’architettura e le cose sono andate molto, molto male”.

Piednoël ha spiegato ancora: “Quando il tuo cliente comincia a trovare quasi più bug di quanto ne trovi tu, non stai viaggiando nella direzione giusta”.

Skylake

Non sappiamo quanto ci sia di vero nelle dichiarazioni dell’ex ingegnere di Intel ma la transizione di Apple verso CPU proprietarie con architettura ARM è probabilmente iniziata molto tempo addietro e voci che riferivano di tale scelta, circolavano da anni. A un certo punto anche Intel stessa ha capito che non bisognava chiedersi se Apple sarebbe passata a CPU, ma quando.

La transizione dei Mac verso le nuove CPU non sarà ad ogni modo immediata e Apple ha anche detto espressamente che continuerà a supportare e a rilasciare nuove versioni di macOS per i Mac con processore Intel, e di stare progettando “alcuni nuovi, fantastici Mac” basati su Intel. L’azienda di Santa Clara ha inoltre dichiarato che continuerà a supportare Apple e i suoi utenti “in diverse aree di attività” per i prossimi due anni.

Tutti gli articoli sui Mac con ARM di macitynet li trovate in questa sezione del nostro sito.

Offerte Speciali

Su Amazon tornano gli Airpods e sono ancora apprezzo minimo: 138,99€

Airpods 2 ad un prezzo “cinese”: 110,69 euro. È il più basso di sempre!

Su Amazon gli AirPods 2 scendono al minimo storico: solo 110,69 euro, il prezzo di discrete cuffiette cinesi
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,704FansMi piace
93,889FollowerSegui