fbpx
Home iPhonia iPhone Processore iPhone 6s: nessuna differenza di consumo tra chip TSMC e Samsung

Processore iPhone 6s: nessuna differenza di consumo tra chip TSMC e Samsung

La differenza nel mondo reale tra gli iPhone 6s con processore TSMC e quelli con processore Samsung sono tra il 2 e il 3%. È Apple, dopo le illazioni in proposito, a fissare quello che, secondo i suoi test interni e la testimonianza di utenti, è lo scalino tra le due “edizioni” del chip A9, quello affidato per la produzione ai coreani e quelli che arriva dagli impianti della concorrente taiwanese.

A lanciare l’ipotesi, come abbiamo riferito un paio di giorni fa, erano stati degli utenti di Reddit e Mac Rumors. Nonostante alcuni esperti avessero sottolineato che i risultati ottenuti non avessero il carattere della scientificità e che solo dei test più approfonditi avrebbero potuto confermare le reali differenze in fatto di assorbimento di energia, la convinzione che TSMC fosse stata in grado di creare processori con consumo più basso è stata considerata un fatto, al punto da avere anche stabilito che un processore TSMC sarebbe in grado di dare autonomia fino ad addirittura due ore in più

A fronte di tutto questo, con l’apparizione di consigli su come capire se il telefono che si ha tra le mani ha un processore TSMC o Samsung, è del tutto evidente che Apple non potesse starsene con le mani in mano. Il rischio era quello di scatenare una caccia al telefono con processore TSMC, deprezzando quelli con processore Samsung. Di qui una presa di posizione ufficiale presentata a TechCrunch nella quale Apple dice che «indipendentemente dal colore capacità o modello, tutti i chip forniscono le stesse incredibili prestazioni e la stessa eccellente durata della batteria.  La differenza reale tra un iPhone e l’altro, anche tenendo in considerazione le variabili nelle componenti, è di circa il 2-3%». Apple non fa minimamente cenno ai due fornitori, nè spiega che ci sono due differenti processori, ma è chiaro che sono proprio le voci di questi giorni la ragione della dichiarazione.

Dire che la differenza è tra il 2 e il 3% significa dire che non esiste alcuna differenza tra un modello e l’altro. Uno scarto con questa percentuale rientra tra i limiti di tolleranza stabiliti tra due dispositivi assolutamente identici. In pratica anche due iPhone con processore TSMC, possono avere una differenza del 2 e il 3% in fatto di durata della batteria.

Allora perchè qualcuno ha misurato differenze enormi? La risposta arriva ancora da Apple: «determinati test di laboratorio che fanno girare il processore con un continuo pesante carico, fino a quando la batteria è completamente consumata, non sono rappresentativi di un utilizzo reale, visto che spendono una quantità di tempo non realistica al massimo delle prestazioni. È un modo fuorviante di misurare la reale durata delle batteria in condizioni di quotidianità»

Insomma, sono le conclusioni di Apple, chi si illude di avere migliore autonomia andando a caccia degli iPhone 6s con processore TSMC, sbaglia. Meglio sarebbe dedicarsi a scegliere colore e capacità.

iphone-7-release-date-a9_0

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,803FansMi piace
92,973FollowerSegui