HomeMacityInternetProgetto Appl...

Progetto Apple Car ridimensionato e in ritardo

Apple ha ridimensionato gli ambiziosi piani dedicati alla sua presunta futura vettura elettrica a guida autonoma, rinviando la data di lancio obiettivo per la presentazione di circa 12 mesi, e ora si parla del 2026 come anno nel quale dovremmo vedere qualcosa di concreto.

A riferirlo è il solitamente ben informato Mark Gurman di Bloomberg spiegando che quello che internamente è denominato Project Titan è rimasto in una sorta di limbo negli ultimi mesi, con il car team di Apple che avrebbe provato due strade alternative: la creazione di un modello con limitate funzionalità di guida autonoma, incentrate su sterzata e accelerazione – sulla falsariga di alcune vetture Mercedes e Honda con guida autonoma di livello 3 – oppure una versione con piena capacità di guida autonoma, senza richieste di intervento umano.

Sia nel primo, sia nel secondo caso, sarebbe in ogni caso previsto un processore di Apple per le funzionalità che richiedono l’intervento dell’IA; la potenza di tale SoC corrisponderebbe a quella di quattro chip integrati nei Mac top di gamma e il SoC in questione attende solo l’OK per la produzione. La vettura prevede un insieme di sensori lidar, radar e videocamere, elementi che permetterebbero di ottenere informazioni sulla posizione geografica, dati sulle corsie e sull’orientamento della vettura, tenendo conto della presenza di persone e oggetti, tutto grazie a un computer di bordo il cui nome in codice interno è Denali (montagna degli Stati Uniti che fa parte della grande catena dell’Alaska).

Apple avrebbe intenzione di usare il cloud per elaborare alcuni dati legati all’IA, e avrebbe preso in considerazione l’uso di un centro di controllo remoto per aiutare i conducenti e controllare le auto da remoto in caso di emergenze. Tra i progetti previsti da Cupertino, anche un proprio programma di assicurazione per le aziende.

La versione “ridimensionata” del veicolo di Apple, integrerebbe volante e pedali, alla stregua dei tradizionali veicoli, e permetterebbe ai passeggeri di guardare film e svolgere altre attività mentre si guida in autostrada. Sono previsti avvisi quando è il momento di passare al controllo manuale sulle strade cittadine o in caso di condizioni atmosferiche avverse, e alcune tecnologie per la guida autonoma potrebbero essere limitate al Nord America in fase di lancio.

Per quanto riguarda il prezzo, inizialmente a Cupertino pensavano a una vetttura da vendere intorno ai 120.000 dollari, ma poi il prezzo sarebbe stato ridimensionato (si fa per dire) intorno ai 100.000 dollari (sulla falsariga del costo della Model S di Tesla o dell’EQS di Mercedes).

La prima Apple Car sarà in realtà un robotaxi in grado di operare senza autista?

Voci sul progetto Apple Car azzerato non è la prima volta che circolano (ne abbiamo parlato qui, ricordando che le scelte di Apple ricordano “Ricomincio da capo”, il film con Bill Murray nel quale il protagonista rimane intrappolato in un circolo temporale).

Del cosiddetto Project Titan di Apple sono circolate voci di tutti i tipi negli ultimi anni, ma Cupertino non ha mai ufficialmente confermato di lavorare su un veicolo o riferito di essere interessata a produrre un’auto. Indiscrezioni circolate riferiscono di vari sconvolgimenti nei team che starebbero sviluppando il veicolo,tra chi dice che l’intenzione è quella di creare una vera e propria vettura, e altri di fornire esclusivamente software e servizi destinati ai produttori. A luglio di quest’anno, Apple ha assunto Luigi Taraborrelli, ex dirigente Lamborghini, prima ancora Desi Ujkashević che lavorava in Ford da oltre 30 anni, con esperienza in sistemi di sicurezza, progettazione ingegneristica, ingegneria degli interni della carrozzeria e altro ancora. Lo scorso anno Apple ha assunto Ulrich Kranz, ex senior executive della divisione auto elettriche di BMW; prima ancora è stato assunto Stuart Bowers, ex dirigente di Tesla responsabile Autopilot, il software che consente alle vetture dell’azienda specializzata nella produzione di auto elettriche, di sterzare, accelerare e frenare automaticamente nella propria corsia di marcia.

Al progetto Apple Car hanno collaborato/collaborano ingegneri che in precedenza hanno lavorato per Tesla, Rivian Automotive, Waymo, Volvo Car e Mercedes-Benz AG.

Su Macitynet trovate tutte le notizie dedicate a Project Titan e Apple Car a partire daquesta pagina.

Offerte Speciali

Come acquistare MacBook Air M1 a rate su Amazon con carte ricaricabili

Mac Book Air M1 a 899 €, torna al minimo su Amazon

Il MacBook Air M1 nella versione da 256 GB viene scontato del 27% e scende al minimo di Amazon, solo 899 €
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità