fbpx
Home CasaVerdeSmart Recensione EasyAcc DP100, lo speaker economico che si ispira a Sonos Play...

Recensione EasyAcc DP100, lo speaker economico che si ispira a Sonos Play 1

Il mercato è ormai saturo di altoparlanti Bluetooth utili per amplificare la musica di smartphone, tablet e, più di recente, anche smartwatch. Per scegliere quello che più fa al caso proprio bisogna quindi valutare una serie di caratteristiche che si possono trovare in uno piuttosto che in un altro. Ce ne sono alcuni estremamente portatili che offrono una buona amplificazione, altri più ingombranti che garantiscono una riproduzione più potente e fedele al file originale, altri ancora che possono funzionare anche all’aperto e sotto la pioggia, e chi più ne ha più ne metta.

Macitynet di recente ha avuto modo di provare l’EasyAcc DP100 che, in rapporto alle dimensioni, offre una qualità audio notevole. E’ pensato principalmente per l’uso in casa per via del design elegante ma, vista la connettività Bluetooth, nessuno vieta di usarlo anche all’aperto, magari durante un pic-nic. Il punto di forza è senz’altro la facilità d’uso, garantita da tre semplici pulsanti posti sul piano superiore e dai quali si può controllare praticamente ogni funzione, combinata alla sua imbattibile autonomia.

La scatola, differente da altri prodotti dell’azienda che sono quasi tutti in semplice cartone nero, è curata in ogni aspetto. Non si apre “a libro”, bensì ha un coperchio da sfilare via: è molto robusta, il doppio più spessa rispetto ad altre confezioni già viste ed ha tre sezioni separate che tengono bene in ordine i cavi AUX e microUSB rispettivamente per il collegamento di lettori MP3 e dispositivi senza Bluetooth e per la ricarica della batteria interna da 2.200 mAh, oltre ad una specifica per il piccolo manuale utente. Per finire, l’altoparlante è ulteriormente protetto da una busta in plastica.

Anche il design è diverso da altri prodotti EasyAcc; non è il classico cubo o cilindro, ma è disegnato come un parallelepipedo con angoli arrotondati. Non possiamo dire che sia del tutto originale visto che è largamente ispirato a Sonos Play 1 (e anche l’azienda cinese non lo nasconde, visto che ne parla nella descrizione: “Hai ragione, io sono ancora molto simile a PLAY: 1, ma a quasi un decimo del prezzo”)

Preso in mano non è certo un peso piuma: i suoi 300 grammi misurati con la nostra bilancia da cucina si fanno sentire, così come le dimensioni di 9,5 centimetri di altezza e 6,3 x 6,3 centimetri la base non lo rendono di certo tascabile. Tutto l’altoparlante è rivestito da una copertura forellata in alluminio, utile per proteggere il driver da 4W incorporato, più potente rispetto ai classici 3W che troviamo nella maggior parte degli speaker di dimensioni simili e della stessa fascia di prezzo.

Il resto è in plastica, di buona qualità, eccezion fatta per il bordino in acciaio lucido che delinea la base superiore. Sotto troviamo un anello in gomma per evitare il contatto dell’altoparlante con la superficie di appoggio, dietro il pulsante ON/OFF insieme ad ingresso AUX e microUSB, sopra invece i pulsanti Play, +, -, il foro del microfono e il piccolo indicatore LED. Lo abbiamo subito ricaricato (in realtà era quasi carico, in circa un’ora lo abbiamo portato al 100%) e messo alla prova accoppiandolo tramite Bluetooth al nostro iPhone 6 Plus per accompagnare le nostre giornate con un po’ di musica. Dire che abbiamo faticato a farlo scaricare è riduttivo: il produttore, visti i 2.200 mAh di batteria, dichiara 15-20 ore di riproduzione continuata, 8-10 se lo si usa come altoparlante vivavoce e ben 300 ore di autonomia in standby se lo si lascia acceso senza essere accoppiato ad un dispositivo. Noi lo abbiamo usato principalmente per ascoltare musica ed abbiamo abbondantemente superato le ore di autonomia (circa 27 ore) utilizzandolo al 50% del volume.

Al massimo del volume riesce a riempire tranquillamente una stanza di medie dimensioni come potrebbe esserlo una sala da pranzo o una camera da letto, ma se non si deve animare una festa difficilmente si supererà il 50-75% del volume per un ascolto musicale “di compagnia”. Il volume si può controllare direttamente dalla cassa e non ne regola uno secondario: mentre altri speaker infatti richiedono di alzare al massimo il volume del telefono per regolarlo di conseguenza dallo speaker (viceversa, si potrebbe tenere al massimo quello dell’altoparlante per regolarlo con precisione dal telefono) qui il click prolungato sul tasto + o – alza o abbassa il volume generale del dispositivo, quindi in definitiva è più semplice e comodo da usare. Con il click singolo degli stessi pulsanti si passa al brano successivo o precedente, con il tasto play si avvia o si mette in pausa la riproduzione musicale e se arriva una telefonata, funge da tasto per accettare o rifiutare la chiamata.

Recensione EasyAcc DP100

In base alla nostra esperienza, non si deve parlare a più di 40-50 centimetri di distanza dall’altoparlante: oltre questa soglia l’interlocutore sentirà la voce via via allontanarsi. Nulla invece da segnalare per noi che ci troviamo ad ascoltare: la voce risulta sempre forte e chiara.

Per quanto riguarda l’ascolto musicale, come già spiegato suona più forte di altri per via della potenza del driver maggiore. Ma non è solo la potenza un suo pregio: anche la qualità generale di riproduzione ne risente, offrendo un suono pulito e ben definito a tutte le frequenze. Anche i bassi si percepiscono in maniera migliore seppur manchi un subwoofer o un radiatore passivo, offrendo quindi un suono del tutto tridimensionale.

In definitiva è un altoparlante che non sostituisce uno stereo casalingo ben più potente ma può comunque essere considerato come alternativa più piccola e portatile, a fronte di una qualità audio molto elevata ed un volume maggiore rispetto ad altri di pari dimensioni: anche al massimo, è giusto dirlo, non distorce e non sporca in alcun modo la riproduzione finale.

Su Amazon costa 29,99 euro, un prezzo del tutto in linea con le qualità del prodotto.

Offerte Speciali

Amazon fa il miracolo: AirPods Pro pronta spedizione e in sconto

Airpods Pro minimo storico: solo 159,98 €

Su Amazon gli Airpods Pro tornano in sconto e ora li "rubate": solo 159,99 euro, quasi 100 euro meno del prezzo Apple
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,823FansMi piace
93,196FollowerSegui