fbpx
Home Macity Mac Accessori Recensione Inateck Presentatore Wireless, il gobbo digitale (quasi) perfetto

Recensione Inateck Presentatore Wireless, il gobbo digitale (quasi) perfetto

Chi fa presentazioni in aula, durante fiere, convegni, dimostrazioni o simili capisce quasi immediatamente la comodità di avere un telecomando che favorisca le operazioni, come ad esempio questo Inateck Presentatore Wireless.

Una specie di “gobbo digitale” che non fa il lavoro per noi, ma automatizza molte operazioni evitando spesso inutili spostamenti e velocizzando le fasi più comuni e noiose, aiutando la concentrazione focalizzando solo sui contenuti e non sui momenti di distrazione.
Inateck Presentatore Wireless è molto semplice, non fa miracoli ma può aiutare molto e l’impugnatura da spada laser è comoda perché non si perde mai, come anche un puntatore (finalmente) di dimensioni grandi.

Recensione Inateck Presentatore Wireless, il gobbo digitale (quasi) perfetto

Inateck Presentatore Wireless, la recensione

Come Luke Skywalker

Sarà un po’ la forma sagomata, che favorisce l’impugnatura come si trattasse di una spada, il look un po’ hi-tech ma non troppo ma la prima volta che l’abbiamo impugnata ci siamo sentiti un po’ come Luke Skywalker quando ha provato la prima spada laser all’interno del Millennium Falcon.

Fuori dalla scatola il telecomando è subito pronto all’uso: basta sganciare l’antenna wireless USB-A dalla parte inferiore e infilarla nel Mac (per chi ha un Mac nuovo con sole porte USB-C esistono diversi adattatori, noi ne abbiamo elencati alcuni qui) per essere subito operativi, senza la necessità (cosa non da poco) di dover installare driver, fattore importante perché è capitato di dover cambiare computer a 30 secondi dalla presentazione al pubblico.

Inateck Presentatore Wireless è costruito interamente in plastica rigida e liscia, a parte i pulsanti superiori che sono in gomma morbida.

Il primo pulsante che si prova, un po’ perché è il più grande ma anche perché è bello rosso e prominente è quello del LED: una luce rossa di dimensioni molto generose (praticamente uguale alla mela che si trova appena sotto il display degli iMac) sparata dalla lente principale, posta davanti al telecomando.

In pratica una spada invisibile che ci permette di indicare diverse zone dello schermo, o anche al di fuori, ma grande abbastanza da essere vista da tutti, e anche riconosciuta (spesso con laser più piccoli serve muovere il puntatore per indicare il punto, con questo LED invece è impossibile non notare la posizione).

Recensione Inateck Presentatore Wireless, il gobbo digitale (quasi) perfetto

I comandi di base

Oltre al comodo laser rosso, sono presenti altri pulsanti, tipicamente utilizzati con il pollice: le due frecce permettono di scorrere le pagine di una presentazione, mentre il tasto Riproduzione alterna la modalità pieno schermo con quella a composizione.

L’ultimo pulsante permette l’avanzamento di uno step tra gli elementi, fattore che cambia di App in App: in PowerPoint, ad esempio, attiva in modo selettivo gli elementi all’interno della presentazione, risultando più chirurgico del comando Prossima pagina.
A fianco, più defilati e piccoli, trovano posto i comandi di regolazione del volume, mentre nel lato opposto il piccolo switch accende e spegne il telecomando.

Appena sotto quest’ultimo trova posto il connettore USB-C per la ricarica, con un cavo USB-C/USB-A incluso nella confezione, che però dalle nostre prove appare valido solo per la ricarica, non è in grado di trasportare dati (che per il telecomando non servono, ma era comodo come aiuto in generale).

Test dal vivo

Abbiamo utilizzato il telecomando durante qualche lezione in azienda sia per le presentazioni in Power Point (con Office 365) dove si relazionava sul contenuto delle slide  camminando tra gli utenti (potendo controllare la presentazione in wireless).

Ma in generale abbiamo utilizzato molto anche solo il puntatore LED, in particolare durante gli esercizi, per indicare un particolare comando o un elemento: per questo specifico uso il dongle USB-A non è necessario.

Il peso di 130 grammi del telecomando è tipico di un prodotto che si fa notare, ma anche che non stanca eccessivamente, d’altra parte la forma non è piccola e anche la batteria interna è probabilmente importante perché dopo tre settimane di utilizzo non l’abbiamo mai ricaricato e nel momento in cui scriviamo è ancora operativo.

Recensione Inateck Presentatore Wireless, il gobbo digitale (quasi) perfetto

Per quanto riguarda la compatibilità con le Applicazioni su Mac, possiamo dire che sostanzialmente non essendoci driver, il telecomando si comporta un po’ come si trattasse di una tastiera: utilizza i comandi di macOS e si interfaccia nitidamente con le Applicazioni sia a pieno schermo sia a schermo normale.

Lo abbiamo provato con Word, PowerPoint, Keynote e i comandi operano tranquillamente, anche se ad esempio in Word il comando avvia presentazione non attiva nulla. Il telecomando opera anche all’interno di Safari, ad esempio, per scorrere una pagina in basso o in alto, nel caso il contenuto della stessa sia oggetto della presentazione (non solo PowerPoint e Keynote sanno fare le presentazioni, chi ha un po’ di coraggio può creare presentazioni in HTML5 con Hype e vederle poi con un browser).

Ci sarebbe piaciuta una maggiore attenzione con i software multimediali come iTunes o QuickTime, laddove l’unico comando che funziona è la regolazione del volume: dalle note tecniche emerge anche l’impossibilità di usarlo con Google Documents.

Recensione Inateck Presentatore Wireless, il gobbo digitale (quasi) perfetto

Considerazioni

Chi utilizza molto PowerPoint o Keynote non può esimere dal munirsi di un telecomando capace di ottimizzare le operazioni più banali e questo Inateck Presentatore Wireless è un bell’oggetto.

L’interattività è semplice, i comandi essenziali ma ha un eccellente puntatore LED, grosso e ben bilanciato grazie alla forma importante del telecomando stesso, che favorisce la precisione.

Recensione Inateck Presentatore Wireless, il gobbo digitale (quasi) perfetto

La totale assenza di driver impedisce operazioni più sofisticate (come ad esempio la possibilità di personalizzare i tasti o creare macro) ma è comoda per la sicurezza che offre data la totale assenza di problemi quando si cambia computer al volo (cosa che può succedere molto frequentemente).

A questo si aggiunge il prezzo, appena sotto i 30 Euro, assolutamente abbordabile anche per chi non fa delle presentazioni la propria attività ma vuole un aiuto concreto di tanto in tanto.

Pro:
• Prezzo molto interessante
• Lavora molto bene senza nessun driver
• Il laser è grande e molto comodo

Contro:
• Non è possibile personalizzare i tasti
• Non funziona con i software multimediali

Prezzo: 28,99 Euro

Inateck Presentatore Wireless è reperibile su Amazon.it a 28,99 Euro ma con la nostra offerta potete averlo con un ulteriore sconto.

REVIEW OVERVIEW

Design
Facilità d'uso
Prestazioni
Qualità/Prezzo

Offerte Speciali

Sconto Beats Solo Pro, cuffie top con soppressione del rumore: solo 215,94€

Verso il Cyber Monday: Beats Solo Pro, cuffie top con soppressione a 169,99 €

Su Amazon precipita il prezzo delle Beats Solo Pro; ora costano solo 199euro invece che 300 nel colore grigio.