Recensione Jabra Move Wireless, cuffie sovraurali per audio di qualità ed alto livello di insonorizzazione

Macitynet mette alla prova le Jabra Move Wireless, cuffie sovraurali dal design minimale, leggerissime ed i cui padiglioni prendono la forma dell'orecchio, per massimo confort ed insonorizzazione

Recensione Jabra Move Wireless

Se amate ascoltare la musica in cuffia e ne state cercando un paio comode ed altamente vestibili ma non avete assolutamente intenzione di rinunciare a qualità nei materiali e soprattutto nell’audio, le Jabra Move Wireless che la nostra redazione ha avuto modo di provare nelle scorse settimane potrebbero fare al caso vostro. L’imbottitura nei padiglioni è straordinariamente morbida e nel complesso sono talmente leggere che, anche dopo diverse ore di utilizzo consecutive, ci si dimentica di indossarle. Queste appena accennate sono soltanto alcune delle caratteristiche e particolarità che abbiamo riscontrato dopo un test approfondito.

Jabra Move Wireless come sono fatte

La qualità e la cura nei particolari si percepisce fin dalla confezione, in cartone satinato caratterizzato da un’apertura magnetica che, una volta aperta, permette di sbirciare in tutto e per tutto colore, forma e materiali delle cuffie, ben alloggiate all’interno di gomma piuma intagliata su misura e protette da un intelligente coperchio in plastica trasparente. Una volta rimosso quest’ultimo, si potrà fin da subito sfilare le cuffie e cominciare ad utilizzarle, in quanto la batteria è già sufficientemente carica per questo scopo. Rimuovendo lo strato in gomma piuma, sul fondo troviamo il cavo micro USB per la ricarica, il cavo jack-jack da 3,5 mm per il collegamento via cavo insieme a libretto di garanzia e manuale d’istruzioni.

Recensione Jabra Move Wireless

Le cuffie sono davvero leggere (160 grammi) e lo si percepisce fin dal primo momento che le si prende in mano. I padiglioni sono realizzati in plastica opaca di ottima qualità ed internamente rivestiti da morbidissima pelle; l’archetto è imbottito e distinto da un tessuto in doppio colore (nel caso delle nostre Jabra nero all’interno e rosso all’esterno)  resistente alla polvere – dice l’azienda produttrice – e confermato poi, come vedremo più avanti, dai nostri test. I padiglioni sono collegati all’archetto da due braccetti in acciaio inossidabile di colore nero che spariscono all’interno dell’archetto e consentono di adattare le cuffie praticamente a qualsiasi testa. Sono solidi e piegati ‘a fulmine’, una piccola particolarità che, affiancata al design minimale, le rende davvero accattivanti, specialmente per quanto riguarda il modello rosso dei nostri test.

Sul padiglione sinistro troviamo l’ingresso per il cavo jack che permette di utilizzare le cuffie anche con il filo nel caso in cui la batteria si esaurisca oppure se si desidera utilizzarle con lettori MP3 ed altri dispositivi che non supportano Bluetooth per il collegamento wireless. Oltre a questo, troviamo un unico pulsante che in realtà può essere selezionato su tre specifici punti: al centro, che da questo momento chiameremo Tasto Multifunzione, ed agli estremi, il cui click permette di alzare od abbassare il volume. Sul padiglione destro troviamo invece l’ingresso micro USB per la ricarica della batteria, l’interruttore On/Off, le spie luminose per Bluetooth e Batteria ed il foro per il microfono.