Recensione mini caricabatterie 18W Power Delivery Aukey: quel che vi serve per ricaricare velocemente un iPhone

Macitynet metta alla prova un mini caricabatterie USB-C di Aukey. Piccolissimo e potente, l'ideale per ricaricare velocemente un iPhone di ultima generazione.

Recensione mini caricabatterie 18W Aukey: quel che serve per ricaricare velocemente un iPhone
Eccolo fuori dalla scatola

Come ricaricare più velocemente un iPhone? La risposta, storicamente, è sempre stata in due elementi: un cavo di buona qualità e un alimentatore altrettanto buono da almeno 10W. Da qualche tempo però la questione si è complicata.

Con il lancio degli iPhone 8 e successivamente degli iPhone X e Xs Apple non ha solo introdotto la possibilità di caricare la batteria via un dispositivo wireless, ma ha anche messo in gioco la ricarica rapida. In termini pratici, i telefoni si ricaricano più rapidamente con un cavo specifico, Lightning da un lato e USB-C dall’altro e con un caricabatterie sempre USB-C che arriva a 18W.

Rispondendo a queste condizioni il vantaggio, paragonato al misero caricabatterie che Apple include nella confezione (un accessorio che nella sua tecnologia risale ad una decina di anni fa), è enorme: un iPhone Xs Max o un iPhone 8 Plus si ricaricano nella metà del tempo: da 200 minuti circa a 100 minuti circa.

Avere questo vantaggio ricorrendo alla offerta di Apple è molto costoso. Si parla di 60 euro, il costo di questo alimentatore da 18W (35€) sommato a questo cavo Lightning USB-C (25€). Sul mercato al momento si cominciano a trovare soluzioni alternative a prezzi largamente più bassi. Una “combo” offerta da Aukey l’abbiamo testata e messa alla prova per diversi giorni  qui a Macitynet, ottenendo ottimi risultati

È fatta da un cavo Lightning-USB C del costo di 20€ e da un nuovo caricabatterie da 18W Power Delivery. Sfortunatamente Aukey sembra ora avere ritirato il cavo (forse in attesa che possa essere certificato da Apple che ha appena aperto un processo di marchiatura MFI per questo tipo di accessori), ma l’alimentatore è ancora in commercio e costa solo 19,99 euro, 15 euro meno dalla versione di Apple e, incredibilmente, 5 euro meno del giurassico alimentatore Apple da 5W.

In passato abbiamo già fatto dei test su alimentatori Power Delivery con un iPhone 8. In questo caso abbiamo usato un iPhone Xs Max ottenendo nella tradizione Aukey, prestazioni eccellenti e del tutto rispondenti alla specifiche. L’uscita sfiora i 19W sia con il cavo Aukey cui abbiamo fatto cenno sopra, sia con il cavo originale Apple USB-C Lightning.

I risultati sono stati ottimi: la ricarica si ottiene molto rapidamente. Il 50% della carica, da zero, si ottiene in una ventina di minuti. In un’ora abbiamo toccato l’80%, più che sufficienti per una intera giornata di lavoro. Il confronto con il caricabatterie Apple incluso nella confezione, come si può immaginare, non si pone nemmeno. Per avere il 50% della ricarica, che certo no bastano per una giornata di lavoro, passa oltre un’ora. In venti minuti si ripristina il 15%.

Successivamente abbiamo svolto qualche test anche con un caricabatterie di un iPad Pro di precedente generazione (12W; stesso prezzo del caricabatterie da 5W), ma il vantaggio del caricabatterie Aukey è stato comunque evidente specie nella prima ora. Dopo 60 minuti il caricabatterie Apple si è fermato al 65% (80% invece, come accennato, con quello da 18W). Per ricaricare completamente il nostro iPhone XS Max l’accessorio da 12W ha impiegato venti minuti in più di quello di Aukey. Considerando che stiamo parlando di un prodotto che costa 5 euro meno, non serve dire quale compreremmo se si parla di prestazioni.

Abbiamo anche fatto una prova di alimentazione con un MacBook Retina, anche se questa macchina richiede in effetti un caricabatterie da 29W. Abbiamo comunque verificato che il caricabatterie da 18W è in grado di risvegliare la macchina quando è a zero di batteria e di tenerla in funzione e persino di ricaricarla, anche se lentamente. In questa prospettiva potrebbe essere un accessorio di una certa utilità in situazione di emergenza, soprattutto per le sue dimensioni.

Recensione mini caricabatterie 18W Aukey: quel che serve per ricaricare velocemente un iPhone

Qualche parola va detta, infine, proprio sulle dimensioni. In questo ambito l’accessorio Aukey è ovviamente perdente, come si vede nella nostra galleria, con quello che troviamo nella scatola di iPhone che è di fatto una spina senza cavo. Non perde affatto invece il confronto con quello da 12W che è impercettibilmente più sottile ma molto più voluminoso.

In conclusione se cercate una soluzione per caricare rapidamente un iPhone di ultima generazione, il caricabatterie da muro di Aukey è la soluzione che vi serve. È probabilmente il più compatto accessorio di questo tipo oggi in commercio (assieme forse al caricabatterie da 18W del Pixel che però costa ben 45€) e offre il miglior rapporto potenza-costo sul mercato.

Peccato che per sfruttarlo sia ancora necessario comprare un cavo Lightning che costa ancora 25€. Siamo certi che con il lancio del programma MFI per i cavi Lightning-USB questa cifra possa scendere; in ogni caso già da oggi potete spendere 45€ complessivamente per avere una “stazione” di ricarica veloce, 15 euro in meno di quel che vi costerebbe ricorrendo ad Apple.

Click qui per comprare il caricabatterie da muro da 18W di Aukey