HomeMacityFoto DigitaleRecensione OxyLED MD22, torcia mini dalla luce maxi

Recensione OxyLED MD22, torcia mini dalla luce maxi

Se leggete Macitynet vi sarà probabilmente capitato di imbattervi la nostra recensione sulla OxyLED MD50, una efficiente torcia led da 500 lumen che ha riscosso un importante successo per via del suo quasi imbattibile rapporto qualità/prezzo.

Allettati delle interessanti opportunità – nel nostro caso prevalentemente fotografiche – che questo genere di prodotto è in grado di offrire, ci siamo guardati intorno per scoprirne un’altra, più piccola, ma che sulla carta sarebbe potuta costituire una alternativa. Stiamo parlando della OxyLED MD22, versione in miniatura della stessa torcia che, in un corpo molto più compatto e tascabile, ha dimostrato di essere all’altezza, illuminando ampie porzioni di spazio senza farci in molti casi rimpiangere la sorella maggiore, con cui l’abbiamo anche messa a confronto in qualche test.

Recensione OxyLED MD22

Com’è fatta

La OxyLED MD22, come accennato, è simile alla più grande MD50 fin dai materiali. Arriva all’interno di una scatola – abbastanza grande in rapporto alle dimensioni della torcia – ben alloggiata in alcuni scomparti ritagliati da uno spesso strato di gommapiuma, dove trovano posto anche una batteria ricaricabile di tipo 14500 (di poco più grande rispetto ad una comune stilo AA) da 1.200 mAh ed un caricatore per quest’ultima.

L’alimentatore ha una forma del tutto particolare. E’ molto compatto, questo perché incorpora una spina italiana a scomparsa, che si piega di 45 gradi e si nasconde nel corpo quando non è in uso. Anche l’inserimento della batteria nell’apposito alloggiamento è gestito da un sistema a molla che permette così di collegare e ricaricare qualsiasi tipologia di batteria, anche quella più grande 18650 che troviamo invece nella OxyLED MD50 già citata più volte in precedenza.

Se questo è un vantaggio, l’unico punto a sfavore che segnaliamo nell’acquisto della batteria riguarda proprio la tipologia di spina il cui inserimento risulta in qualche caso difficoltoso per via del fatto che, alla minima pressione, potrebbe chiudersi di scatto. L’impressione è che potrebbe rompersi da un momento all’altro anche se dobbiamo ammettere che, fino ad oggi, l’abbiamo utilizzato per ricaricare la batteria molte volte senza ancora alcun minimo segno di cedimento.

La torcia, come anticipato, è realizzata in alluminio di ottima fattura. La superficie è satinata, piacevole al tatto e ben rifinita; in vetro è invece la copertura convessa del chip LED di tipo Cree, mentre la copertura dell’unico tasto ON/OFF/function è in gomma di un appariscente colore arancione.

Come funziona

Due sono le cose da dire riguardo la torcia quando si parla di funzionamento. Il pulsante può essere premuto a fondo per accendere o spegnere la torcia, mentre il click “fino a metà corsa” permette di passare dalla modalità a luce piena a quella a luce dimezzata oppure alla modalità strobo (luce lampeggiante a velocità sostenuta); un’ulteriore terza pressione rimanda alla prima modalità.

Oltre a scegliere potenza e modalità di utilizzo della torcia, è possibile allontanare la testa del corpo per cambiare il diametro del cono di luce. Con il vetro protettivo più vicino possibile al LED, la porzione di luce sarà ampia e diffusa; man mano che si allontana quest’ultimo dal chip LED, il cono di luce sarà più stretto e concentrato, illuminando intensamente un’area molto più piccola anche a lunghe distanze.

Test sul campo

Lo dimostrano le nostre prove dove, stringendo il cono al massimo delle possibilità, si può addirittura illuminare perfettamente un’area di circa 3 x 3 metri a circa 10-15 metri di distanza. Se ci si spinge oltre nelle distanze, con il cono concentrato si può certamente individuare e riconoscere anche soggetti piccoli.

Gli esempi poc’anzi riportati sono ovviamente da considerarsi con la torcia accesa a potenza piena. Dimezzando l’intensità della luce quasi triplica l’autonomia della torcia (circa 3 ore contro 1 ora di illuminazione a piena potenza, prima di indebolirsi fino a spegnersi completamente dopo altri 20 minuti di utilizzo), ma vengono parallelamente ridotte le potenzialità della torcia. Se infatti con il cono concentrato la differenza di illuminazione (tra potenza piena e potenza dimezzata) non è poi così evidente, con il cono di luce a raggio più ampio, avere metà potenza si traduce in un’area di fronte se stessi di 5 x 3 metri circa mediamente illuminata (con la potenza massima l’illuminazione è tale da mostrare chiaramente ciò che si ha di fronte nei primi 3-5 metri anche nel buio più totale).

Confronto OxyLED MD22 vs OxyLED MD50

Avendo ancora a disposizione quella che nel corso dei mesi è diventata la nostra fidata torcia per la fotografia notturna, abbiamo deciso di confrontare la OxyLED MD50, di 500 lumen dichiarati, con la OxyLED MD22.

Nonostante quest’ultima sulla carta assicuri la metà dei lumen (250 lumen) rispetto alla sorella maggiore, le differenze sono davvero minime. In effetti entrambe a massima potenza, con la batteria completamente carica e con il cono di luce più stretto, offrono un’ottima illuminazione dello stesso soggetto che si trova alla medesima distanza. L’intensità di luce della MD22 è soltanto di poco inferiore a quella della MD50, come dimostrano le immagini di prova che alleghiamo in calce a questa pagina.

Anche con il raggio di luce più ampio l’area illuminata è la stessa, per la precisione è di poco più piccola nelle dimensioni quella della MD22, ma sono comunque davvero simili quando si parla di potenza d’illuminazione. In effetti, l’unica sostanziale differenza con la torcia più grande è nell’autonomia, di molto maggiore e che la farebbe senz’altro preferire come soluzione per superare una notte intera.

Conclusioni

La OxyLED MD22 riteniamo sia piuttosto una soluzione eccellente per chi cerca una torcia da tutti i giorni in quanto è molto piccola (9 x 2,3 centimetri in soli 76 grammi batteria compresa), potrebbe stare tranquillamente anche in un taschino, ed è abbastanza potente per offrire un ottimo supporto a chi si avventura in vicoli bui.

Pro

  • Molto piccola in rapporto alla potenza
  • Materiali di qualità
  • Abbastanza potente da illuminare a giorno nel buio più completo
  • Versatile per la possibilità di aumentare la potenza riducendo la superficie illuminata

Contro

  • Autonomia non entusiasmante (1 ora al massimo della potenza, 3 ore a potenza dimezzata)

Prezzo al pubblico

Potete comprare la OxyLED MD22 su Amazon al prezzo di 19,99 euro.

 Recensione OxyLED MD22

Offerte Speciali

macbook pro 2021 14 pollici ico ok

MacBook Pro 14 da 1 TB scontato di 462 € con spedizione immediata

Amazon rilancia sui MacBook Pro M1 da 14": versione 1 TB a 2387€, un risparmio del 16%. Spedizione immediata
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial