fbpx
Home Hi-Tech Android World Samsung come Apple, niente caricatore con i prossimi smartphone

Samsung come Apple, niente caricatore con i prossimi smartphone

Come da copione, Samsung eliminerà l’alimentatore e le cuffie dalla confezione dei prossimi smartphone. Non che sia sbagliato, questo va detto, perché meno accessori nella scatola significa anche un minor impatto ambientale: innanzitutto, una scatola più piccola vuol dire maggiori unità depositabili nei camion, quindi meno viaggi per trasportare lo stesso numero di telefoni nei magazzini dei negozi.

Poi chiaramente anche l’inquinamento viene sensibilmente ridotto, perché alla fine basta dotarsi di un buon caricatore e un bel paio di cuffie, magari entrambi wireless, e ci si va avanti per anni, senza fare la collezione di questi due accessori ogni qual volta si cambia lo smartphone.

Viene però spontaneo sorridere leggendo quel che riporta Technoblog, perché è fondamentalmente una storia che si ripete. Ogni volta che Apple prende una decisione abbastanza forte come questa, viene presa di mira e sbeffeggiata da tutti gli altri concorrenti, Samsung in prima fila.

Ve la ricordate la storia del jack audio per le cuffie? Apple fu messa alla gogna perché obbligava ad usare cuffie senza fili o, peggio, ad acquistare quelle che vendeva lei con il connettore Lightning. Invece si stava semplicemente facendo più spazio per integrare tecnologie migliori nel telefono, che così poteva garantire anche una maggiore impermeabilizzazione.

Samsung come Apple, niente caricatore con i prossimi smartphone

Alla fine cos’è successo? Il tanto agognato jack è stato tolto da tutti gli altri smartphone di fascia alta lanciati sul mercato dopo iPhone 7 (il primo a seguire questa strategia, ndr). Successe anche molto prima con la batteria di iPhone, che fin dalla prima generazione non poteva essere rimossa. Sacrilegio! E la riparabilità? E la possibilità di sostituirla quando comincia a perdere i colpi? Tutto vero, come negarlo, ma dietro c’è tutto un mondo di affidabilità e di certezze per il cliente dato dall’impossibilità di poter usare batterie di terze parti.

Con questo modo di intendere “il prodotto” e “il cliente” si può essere d’accordo oppure no, ma in fin dei conti per pochi anni si è potuto scegliere l’alternativa Android con batteria removibile perché poi, chi prima chi dopo, tutti si sono allineati con questa strategia. Quindi alla fine non era poi tanto sbagliata, no? Se davvero le persone avrebbero preferito il telefono con batteria sganciabile, il mercato ce lo avrebbe detto, non vi pare?

E adesso sta succedendo la stessa cosa con auricolari ed alimentatore. Sebbene Samsung, appena fiutato questo cambio di rotta da parte di Apple (era luglio) fece subito intendere che avrebbe fatto lo stesso, non si è risparmiata dal lanciare il tradizionale sfottò «Il tuo Galaxy ti dà quello che stai cercando. Un caricatore, […] su uno smartphone». Ma alla fine pare che seguirà la stessa strada. «I Galaxy S21, S21+ e S21 Ultra – che potrebbero chiamarsi anche S30, S30+ e S30 Ultra – non sono stati ancora confermati, ma pare che nessuno dei tre sarà venduto con il caricabatterie nella confezione. Anche l’auricolare non sarà incluso, sulla scia di quanto fatto da Apple con gli iPhone della serie 12». Pare inoltre che questi tre telefoni utilizzeranno «La tecnologia a banda ultra larga UWB, simile a quella che Apple ha integrato col chip U1». Ma d’altronde è la storia che si ripete: la fotocopiatrice è accesa.

Offerte Speciali

Apple Watch 5 GPS+Cellular, sconto su Amazon

Apple Watch 5 GPS+Cellular 44mm, minimo storico: 342,90 euro

Su Amazon Apple Watch 5 si compra in sconto. Modello grigio siderale ribassato con prezzo da 531 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,988FansMi piace
93,611FollowerSegui