Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Tesla FSD v12 è l’ultima speranza per la guida autonoma di Elon Musk

Tesla FSD v12 è l’ultima speranza per la guida autonoma di Elon Musk

L’aggiornamento Full Self Driving FSD Beta v12 è atteso da molti come l’ultima speranza per la visione di Elon Musk e di Tesla di materializzare finalmente la guida autonoma completa.

La promessa di Elon Musk risale ormai a diversi anni fa, almeno fin dal 2016 quando fu presentata Tesla Model 3 e chi la preordinava poteva acquistare anche il pacchetto FSD, allora in fase di sviluppo ma con la promessa della guida autonoma nel giro di pochi anni.

Per la prima volta in questi giorni Tesla ha rilasciato a un numero limitato di clienti FSD Beta v12, come segnala TheElec. Si tratta dell’aggiornamento già in fase di beta test da mesi in cui il controllo dell’auto non è più gestito da oltre 300.000 linee di codice C++ necessarie ai programmatori per gestire tutte i possibili scenari di guida.

Tesla FSD v12 è l’ultima speranza per la guida autonoma di Elon Musk

Tutto ciò è stato sostituito con un approccio interamente basato su reti neurali e tecnologie AI, in cui il sistema impara a guidare in ogni situazione analizzando milioni e milioni di clip video di autisti provetti. Il controllo dell’auto passa dal codice scritto da programmatori alla rete neurale.

Il numero limitato di beta tester non permette di giudicare la bontà della tecnologia Tesla. Secondo i primi report dagli USA chi ha provato FSD Beta v12 ha notato notevoli miglioramenti in diversi comportamenti dell’auto in guida autonoma completa, con un numero ridotto o addirittura azzerato di interventi richiesti da parte del guidatore.

Ma altri notano che le prestazioni risultano peggiorate in altri aspetti che invece risultavano corretti nelle versioni precedenti del software.

Tesla Model 3 diventa più bella dentro e fuori, migliora l’autonomia

Dalle parole di Elon Musk, e anche dagli investimenti di tutti i colossi del settore, sembrava che la guida autonoma completa fosse a portata di mano, ma questo è successo diversi anni fa.

I tempi della promessa si sono dilatati in anni, ed ora anche alcuni dei sostenitori più fedeli di Musk temono il flop. Nel caso Tesla dovesse fallire sulla guida autonoma verrebbe meno uno dei pilastri fondanti della sua missione, con ripercussioni non indifferenti sul valore della società e quotazione di borsa.

Gli articoli che riguardano le auto, i veicoli elettrici, la mobilità smart ed eco sostenibile sono disponibili nella sezione ViaggiareSmart di macitynet.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità