TSMC punta ai 5 nanometri di Apple A13 e Apple A14 con un investimento monstre

TSMC punta ai 5 nanometri di Apple A13 e Apple A14 con un investimento monstre

Apple spicca tra i clienti di TSMC: la società produce in esclusiva i processori per iPhone e iPad e per continuare a farlo superando i concorrenti effettua investimenti stratosferici. Ora punta a tecnologie e impianti da 5 nanometri con un investimento stratosferico

L’accelerazione di TSMC nelle tecnologie di costruzione dei processori è evidente da alcuni anni a questa parte ed ora arriva una ulteriore conferma: TSMC annuncia che investirà 25 miliardi di dollari per impianti e tecnologie per processi a 5 nanometri.

L’investimento monstre era già stato anticipato nel 2016 e poi ancora a febbraio 2017. In passato Apple ha suddiviso gli ordinativi di produzione dei suoi processori Apple AX per iPhone e iPad tra Samsung e TSMC ma quest’ultima è diventato fornitore esclusivo fin da Apple A9 di iPad Pro.

tsmc 5 nanometri foto logo TSMCPer superare la concorrenza di Samsung il più grande produttore indipendente di processori al mondo continua a investire somme considerevoli in ricerca e sviluppo e nella costruzione di nuovi impianti, una progressione impressionante che ha portato TSMC a superare persino Intel nelle tecnologie di miniaturizzazione fondamentali per realizzare chip sempre più piccoli, efficienti, potenti e veloci.

Gli investimenti di TSMC, spesso interpretati come indispensabili per conservare Apple come cliente in esclusiva hanno avuto risultati positivi. Sembra che anche per quest’anno la produzione di Apple A12 con tecnologia a 7 nanometri per iPhone e iPad sia stata assegnata da Cupertino interamente a TSMC.

La conferma dell’investimento da 25 miliardi di dollari è riportata da Reuters. TSMC non ha comunicato le tempistiche del progetto ma tutti guardano in direzione di Apple A13 del 2019 ma molto più probabilmente sarà Apple A14 del 2020 il primo a beneficiare di questa avanzata tecnologie di produzione.