fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato TSMC aprirà in Arizona uno stabilimento per la produzione di chip, anche...

TSMC aprirà in Arizona uno stabilimento per la produzione di chip, anche per iPhone?

TSMC, il più grande produttore indipendente di semiconduttori al mondo e uno dei più importanti fornitori di Apple, aprirà uno stabilimento per la produzione di chip in Arizona.

A riferire la notizia è The Wall Street Journal spiegando che la comunicazione ufficiale arriverà a breve dopo decisioni prese nell’ultima riunione del consiglio di amministrazione. Nella migliore delle ipotesi, la struttura dovrebbe essere operativa dalla fine del 2023. I nuovi impianti di produzione dovrebbero occuparsi di tecnologia con processo di produzione a 5nm, il “nodo” che attualmente è ritenuto il più efficiente dal punto di vista dei consumi e quello di garantire le migliori prestazioni.

I futuri iPhone 2020 di Apple in arrivo in autunno sfrutteranno il chip A14, un SoC progettato da Apple e costruito da TSMC con tecnologia a 5nm e la cui produzione è prevista a partire dal secondo semestre di quest’anno. Non è al momento dato sapere se TSMC ha ottenuto incentivi dal governo USA ma pochi giorni addietro la Casa Bianca ha esortato aziende produttrici di semiconduttori come Intel e TSMC a rimettere in moto lo sviluppo di nuove fabbriche di chip negli USA, evidenziando la a preoccupazione sulle dipendenze dall’Asia come fonte di approvvigionamento di tecnologie di importanza critica.

processore iPhone 2018

Oltre a questioni di sicurezza nazionale, una fonderia che si occupa di chip impiega tipicamente centinaia di persone. Si era vociferato in passato della costruzione di una fabbrica TSMC in USA, ma il trasferimento di parte della produzione comporterebbe costi e sacrifici enormi, problemi superabili con incentivi dell’amministrazione americana.

Si stima che circa il 65% del fatturato TSMC sia generato da ordinativi che provengono da società statunitensi, così il progetto di creare una fabbrica TSMC in USA potrebbe essere giustificato, anche se i processori costruiti devono poi essere spediti agli assemblatori e costruttori per lo più concentrati in Cina e Asia.

Secondo alcuni il vero ago della bilancia potrebbe essere Apple: una presenza più forte e diretta con una fabbrica TSMC in Arizona “in casa” permetterebbe di servire meglio gli ordinativi Apple e allo stesso tempo di rispondere alle richieste del presidente Donald Trump, preoccupato di qualsiasi cosa prodotta all’infuori degli USA, incluse le apparecchiature elettriche collegate alla rete.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di TSMC sono disponibili da questa pagina, invece per le notizie che riguardano Apple, Finanza e Mercato si parte dai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB ancora più giù: solo 1318 €, risparmiate oltre 200€

MacBook Air 512 GB da rubare, 1269 euro: risparmiate 260 euro!

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB al prezzo più basso di sempre: solo 1269 euro invece che 1529. Prezzi convenienti su tutti i colori e consegna veloce.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,533FansMi piace
94,215FollowerSegui